lunedì 12 giugno 2017

“SOVRAINDEBITAMENTO DELLA FAMIGLIA”

Sala Castellani – Camera di Commercio Alessandria
Le associazioni dei Consumatori Adiconsum Adoc Acp e Federconsumatori organizzano in collaborazione con la Camera di Commercio di Alessandria un incontro seminariale sul tema del “Fallimento” quando a farne le spese non è l’Impresa ma la famiglia per  un eccessivo e insolvibile indebitamento. Le potenziali vittime di un tale dissesto  economico sono quelle famiglie che, colpite dalla crisi a seguito della perdita  della fonte di reddito, si trovano nell’impossibilità di far fronte ai debiti accumulati nel tempo. I debiti contratti sono spesso nei confronti di Banche e finanziarie per prestiti o mutui, omissioni di contributi e tasse  e altro ancora.
Al fine di porre rimedio alle situazioni di sovraindebitamento non soggette né assoggettabili alle tradizionali procedure concorsuali disciplinate dalla legge fallimentare, interviene la L. 3 del 27 gennaio 2012. Tale normativa  consente al debitore, sia esso un imprenditore commerciale,  artigiano, agricolo oppure un consumatore o un debitore civile, di concludere un accordo di ristrutturazione con i creditori o di liquidare tutto il proprio patrimonio mobiliare e immobiliare nell’ambito della procedura di composizione della crisi da sovraindebitamento.

L’incontro seminariale del 13 giugno affronterà gli aspetti pratici della legge con l’intervento di esperti che hanno già affrontato l’argomento, i relatori illustreranno le esperienze dei territori di Torino e Milano, anche con la presentazione di due  pubblicazioni editoriali  che trattano  la materia sul piano pratico - operativo.

L’incontro è aperto al pubblico e sono stati invitati gli Ordini Professionali degli Avvocati e dei Commercialisti delle associazioni di Categoria per un primo confronto sull’argomento. L’iniziativa, dicono i promotori delle Associazioni dei Consumatori Bruno Pasero di Federconsumatori, Vincenzo Bronti di Adoc, Ernesto Pasquale di Adiconsum e Paolo Graziano di ACP,  è un momento di informazione e formazione e può essere l’opportunità, assieme alla Camera di Commercio, di costituire l’organismo di Composizione della Crisi sul ns. territorio Provinciale.