domenica 4 giugno 2017

Milleproroghe, dal 1° maggio sono sospese le qualifiche per i sistemi Seu e Seseeu

Milleproroghe, dal 1° maggio sono sospese le qualifiche per i sistemi Seu e Seseeu 
L’Autorità per l’energia, in applicazione del Decreto Milleproroghe, ha stabilito che a partire dal 1° gennaio 2017 non sarà più necessario presentare richiesta di qualifica per i Sistemi Semplici di Produzione e Consumo (SSPC), in quanto non comporta più il riconoscimento di benefici tariffari sull’energia autoconsumata.
Conseguentemente dal 1° maggio 2017 il Gse-Gestore dei Servizi Energetici ha sospeso le funzionalità del portale informatico per l’invio delle richieste di qualifica dei sistemi Seu e Seseeu o di comunicazioni di avvenuta modifica dei sistemi per i quali era già stata presentata una richiesta di qualifica. 
Di fatti, il Milleproroghe oltre che rinviare al 2018 la riforma delle tariffe elettriche per i clienti non domestici, ha anche stravolto la disciplina esistente in materia di pagamento degli oneri sull’energia autoconsumata. E già dal 2017, la parte variabile degli oneri di sistema si pagherà solo sull’energia prelevata dalla rete con un’aliquota della tariffa elettrica pari a 0,015 centesimi di euro per ogni kilowattora prelevato. Inoltre, anche in relazione ai periodi antecedenti al 1° gennaio 2017, le componenti tariffarie che avrebbero dovuto essere applicate all'energia elettrica autoconsumata ma non prelevata dalla rete pubblica non saranno più esigibili, indifferentemente se il sistema sia stato qualificato o meno.

La Delibera prevede inoltre che, nel caso di richieste di qualifica presentate nel corso del 2017, il richiedente possa rinunciare all’istanza entro il 31 maggio 2017 tramite una specifica richiesta da inoltrare al GSE.
Il Gse provvederà comunque a completare, attraverso il portale, l’attività istruttoria relativa alle richieste di qualifica pervenute fino al 31 dicembre 2016; nonché alle richieste di qualifica presentate nel corso del 2017 per le quali il richiedente non abbia manifestato espressa rinuncia. Mentre i Sistemi che accedono al regime di Scambio sul Posto continueranno a essere automaticamente identificati dal GSE come SSP-A o SSP-B.
Infine per individuare eventuali clienti finali “nascosti” alla rete pubblica, il GSE dovrà definire una procedura per identificare tutti gli Altri Sistemi Semplici di Produzione e Consumo (ASSPC) in esercizio alla data del 30 aprile 2017, per i quali non è stata presentata richiesta di qualifica ovvero per i quali verrà presentata la rinuncia. Gli approfondimenti sono consultabili sul sito http://www.fattoriedelsole.org/
Coldiretti Alessandria