venerdì 2 giugno 2017

Mia vita infame, Maurizio Donte


Mia vita infame
ABBA ABBA CDE CDE
E verrà un'altra volta a me l'inverno,
e il fuoco il freddo non potrà scacciare
e nelle sere che verranno amare,
l'anima resterà nel gelo eterno.
E nulla fermerà quest'altro inferno,
che rode il cuore e mi farà dannare;
perché non vuole, o non sa più d'amare,
e invano va cercando nell'interno
di questo la ragione. Non hai pace
mai, o vita infame! E mai ti fermi dove
inizia un'altra pena e il male viene

a chiudersi sull'oggi ancora, e tace
ogni pensiero, che non trova altrove
un motivo all'amore che non tiene!