martedì 6 giugno 2017

L’AZIONE POLITICA DI RENZI E DI ALFANO TRA L’APOSTOLO GIUDA ISCARIOTA E IL SEN. RINO FORMICA

Vi sono dei nomi di persone che inevitabilmente, per come gli storici ci hanno narrato le loro vicende terrene, vanno inevitabilmente accoppiati  ora ad un oggetto, ora ad un’azione, ad una città. Per fare qualche esempio citiamo Elena di Troia, il Cavallo di Troia, il tallone di Achille, il bacio di Giuda etc.. In questi giorni gode di una rinata attualità l’Apostolo Giuda Iscariota per simboleggiare il bacio traditore o il tradimento puro e semplice.  L’occasione ci è fornita dalla discussione tra le forze politiche di una nuova legge elettorale che, introducendo una soglia di sbarramento del 5% per l’ingresso delle forze politiche in Parlamento, ha incrinato i rapporti tra il Segretario del Partito Democratico Renzi e il Ministro degli Esteri Alfano che vede in serio pericolo le sorti del suo partito.
Alfano accusa Renzi di tradimento?  Ma Alfano ha tradito Berlusconi e Renzi ha tradito l’allora presidente del Consiglio Enrico Letta. Non trattandosi di casi isolati diciamo che la politica è troppo spesso l’arte del tradimento.
Non è mancato chi,  ricordando l’ex Ministro socialista Rino Formica, ha parlato della politica quale lotta senza esclusione di colpi.
Giuseppe Castronovo

Totò: amici… avete notato anche voi?
Franco: cosa?
Totò: come tra Renzi e  Alfano  in tema di  legge elettorale stiano volando anche gli stracci!
Giacomo: siamo allo scontro finale, alle ultime battute di una legislatura che sarà ricordata anche nei libri di storia costituzionale, per una data: 4 dicembre,  quando gli elettori italiani hanno archiviato, bocciandola, la proposta di riforma costituzionale Renzi/ Boschi. Una proposta, possiamo dirlo, che ha tenuto bloccato il Paese per due anni.
Totò: e adesso, dopo la riforma costituzionale,  Renzi  sottopone all’approvazione del  Parlamento una nuova legge elettorale che,  ispirandosi al modello tedesco,  introduce la soglia di sbarramento al 5%. Una soglia contro la quale si è da subito opposto il Ministro Alfano. 
Renzo: la verità è che il Ministro Alfano non credeva che il tradimento di Renzi sarebbe arrivato a tanto!

Alessio:  sarà, caro Renzo, come dici tu! Ma allora Alfano  forse è così smemorato da non ricordare…
Salvo: che cosa?
Alessio: quanto disse, a proposito della politica, l’ex Ministro Socialista alle Finanze Rino Formica.
Franco: come la definì?
Alessio: con una espressione  alquanto colorita:  Sangue e Merda”!
Giacomo: e lei, prof. Vezio,  cosa ci dice dell’azione politica di questi due protagonisti?
Vezio: i due politici, oggetto della nostra riflessione?
-chi non ricorda il Renzi che dice all’allora Presidente del Consiglio Enrico Letta  “Enrico stai sereno”  e finì che qualche settimana dopo  Enrico dovette sloggiare da Palazzo Chigi e passargli le consegne con la cessione  della  campanella  in quella gelida atmosfera immortalata dalle telecamere;
-chi non ricorda Alfano e la pattuglia dei Ministri di Forza Italia che, pur di mantenere l’incarico ministeriale,  abbandonano al suo destino Berlusconi nel momento in cui  il Senato dispone la decadenza dell’ex Cavaliere da Senatore?
Ebbene, amici miei, il loro modo di agire mi ricorda l’Apostolo Giuda Iscariota  - si, proprio quello del bacio -  del quale, in rapporto alla statura politica dei due nostri protagonisti,  possiamo senz’altro dire : “che grande uomo politico sarebbe stato Giuda Iscariota”!
(Dai Dialoghi svolti al Circolo della Concordia)
Circolo della Concordia

Giuseppe Castronovo