domenica 11 giugno 2017

Il sentiero del mio domani, Vincenza Iacuzzo

Il sentiero del mio domani, Vincenza Iacuzzo

Ogni pietra,
ogni cespuglio
sul ciglio della mia strada
non ha mutato 
nessun movimento in me,
ogni mio passo 
segue sempre la stessa orma,
tutto procede e vive ancora,
vagando in questo sentiero
attraverso i nostri istanti
in un replay interminabile,
mi perdo nelle tue labbra
e nel tuo respiro,
come telo mi avvolgi
in un punto d'asfalto
dove un tempo è avvenuto 
il nostro incontro,
il tuo corpo fletteva sul mio, 
la tua arrogante giovinezza
opposta alle mie mani
che sapienti la superavano.

La fragranza della tua pelle
come profumo di zagare
inonda le narici,
ammanta e sparge aromi speziati,
mentre mi accosto 
alle sponde di un letto
divenuto troppo grande, 
riecheggia il suono 
del tuo battito dentro il mio
che consuma e sconfigge 
ogni piega del tempo, 
e la mia anima si smarrisce
nel sentiero del mio domani.


© Vincenza Iacuzzo


Dipinto Di Anny Maddock