mercoledì 28 giugno 2017

Il centrodestra fa il pieno, Pd ko Berlusconi: «Ora coalizione con profilo liberale-moderato»

- Doccia fredda per il Pd, che perde 11 capoluoghi e alcune roccaforti come Genova, La Spezia e Sesto San Giovanni. Il M5S fuori dai giochi. Pizzarotti rivince da solo a Parma
Berlusconi: «Ora coalizione con profilo liberale-moderato»
«Da questi risultati il centro-destra può partire in vista della sfida decisiva per tornare a guidare il paese, sulla base di un programma condiviso, che in larga parte già abbiamo, e di una coalizione fra forze politiche diverse, caratterizzata da un chiaro profilo liberale, moderato, basato su radici cristiane, secondo il modello di centro-destra vincente in tutt’Europa e oggi anche in Italia».Lo afferma Silvio Berlusconi nel commentare l’esito delle comunali.
Al centrodestra 16 capoluoghi, solo 6 al centrosinistra
Il centrodestra esce vincitore da questa tornata elettorale. Si ritrova al governo in 16 comuni capoluogo (ne aveva 7) e infligge una dura sconfitta al centrosinistra che al di là del dato puramente numerico - vince solo in 6 capoluoghi a fronte dei 17 che aveva rimediato al precedente giro - si ritrova orfano di alcune sue roccaforti. Su tutte Genova, La Spezia e Sesto San Giovanni, l'ex «Stalingrado d'Italia». Il Movimento 5 Stelle praticamente era fuori partita: ha perso nell'unico capoluogo in cui era al ballottaggio, Asti. E si deve accontentare della vittoria a Carrara, che però capoluogo non è. E con in più lo smacco di vedere Federico Pizzarotti trionfare a Parma, cinque anni dopo, anche senza il vessillo del Movimento.
Il centrodestra è riuscito a conquistare al centrosinistra 12 città capoluogo di provincia: Genova, L'Aquila, Monza, Piacenza, La Spezia, Alessandria, Asti, Pistoia, Como, Rieti, Lodi, Oristano. Si riconferma a Verona (malgrado il cambio di rotta del sindaco uscente Flavio Tosi, che ha lanciato una propria lista), Catanzaro, Frosinone e Gorizia.
Il centrosinistra strappa al centrodestra due capoluoghi: Padova e Lecce. E conferma i sindaci di Palermo, Taranto, Lucca e Cuneo. Continua a leggere…..