domenica 11 giugno 2017

Dolomiti, Antonella La Frazia


Dolomiti
Guardo con occhi d'aquila
da questa guglia rosa
di roccia pallida.
Mi tuffo
in valli morbide
d'onde di vento
e gocce di papaveri.
Serena assaporo il cielo
nell'acqua del lago.
Serena respiro nuvole
e grida di rapaci.
Serena carezzo edelweiss
col cuore vicino al cielo,
posso aprire le ali
per afferrare i sogni.
E l'anima s'apre
in albe silenziose,
in notti di stelle languide.
Tramonti divorati
da echi e nevi perenni.
Come cerbiatto attento,
osservo
e mi nascondo.
Antonella La Frazia
Da "E come la Fenice ..."