sabato 10 giugno 2017

Conti e Biglia, doppio sì: il Milan va a caccia di nazionali

Se salta l'argentino, pronto il piano Krychowiak. Percassi vuole 27 milioni per l'esterno
La campagna di rafforzamento del Milan per puntare fin da subito alla zona Champions prosegue senza sosta. Dopo le firme di Musacchio, Kessie e Ricardo Rodriguez, l'a.d. Fassone e il d.s. Mirabelli sondano ancora il mercato, andando a caccia di due nazionali: un argentino e un azzurro.
BIGLIA — Al tecnico Montella piace moltissimo Lucas Biglia: ha geometrie e tempi di gioco che sarebbero utilissime alla sua nuova squadra. Per trovare il definitivo accordo il d.s. della Lazio Tare si è presentato ieri pomeriggio a Milano, dove potrà essere ricevuto dalla dirigenza rossonera. Nonostante la prossima scadenza Lotito non molla e per liberare il giocatore continua a pretendere almeno 22 milioni di euro: il Milan lo soddisferà, anche se l'idea iniziale della Lazio era di vendere in "pacchetto" unico sia il centrocampista che Keita, destinato invece alla Juventus. L'offerta a Biglia non è solo soddisfacente, ma sembra già accettata: 3 milioni e mezzo di euro per i prossimi tre anni, con opzione sul quarto e visite mediche già messe in calendario. Il condizionale è legato a una distanza...geografica: Biglia è nel gruppo dell'Argentina che oggi sfiderà il Brasile a Melbourne e giocherà martedì a Singapore. Appena il giocatore rientrerà dagli impegni con la nazionale potrà, insieme all'agente, definire il nuovo accordo rossonero: la volontà è quella di chiudere al più presto. Se l'affare seguisse strane strade di mercato e finisse per perdersi, il Milan avrebbe comunque pronto il piano alternativo. La pista porterebbe in questo caso a Grzegorz Krychowiak, centrocampista centrale del Paris Saint Germain e nazionale anche lui, ma della Polonia. L'estate scorsa è finito a Parigi per 30 milioni di euro su richiesta di Unai Emery, allenatore che già lo aveva avuto al Siviglia: in Ligue1 è però segnalato l'ultima volta in campo a inizio marzo contro il Nancy e in Champions poco dopo, un solo minuto ma memorabile, nel k.o. per 6 a 1 contro il Barcellona. Il prezzo così è sceso, di pari passo alla considerazione generale. Continua a leggere……