lunedì 29 maggio 2017

SOLTANTO UN UOMO, Bruno Bellaveglia


SOLTANTO UN UOMO
(Epistola ... )
di Bruno Bellaveglia
Prima di incontrarti ero soltanto
una selvaggia aquila senza nido,
esperto nei più arditi voli, amante
voglioso dei più cocenti baci del
sole. Riposavo la notte sulle
nuvole leggere della luna,
sognando di penetrare le azzurre
profondità della mia lontana stella.
Poi, come nubi che si dissolvono,
gli oscuri veli del tempo si aprirono e
sorgesti tu, astro fatale di ogni attesa.
Il tuo innamorato sorriso illuminò e
risvegliò gli innumerevoli universi
dentro di me, immensità sconosciuta
persino a me ... Oh, non sapevo,
non immaginavo che la bellezza
fosse così bella! Bella per me.

Chi sei tu, affascinante creatura,
acqua di fonte vestita di trasparenza,
dono infinito di un Dio spogliato?
Tu sei l'amore dell'Amor denudato,
il segreto di ogni mistero rivelato.
Donna tra le donne, regina delle
acque che scorrono forti e lievi
nelle mie aperte vene, tu, maestra
della mano nella mano, mi hai
insegnato a camminare tra i fiori
della terra e a respirar la vita dei
piccoli semi delle stelle,
trasfigurandomi in un Uomo.
Oh, si, hai vinto tu, mio sole!
Oggi, io sono soltanto un uomo ...
da: Inchiostro dell'anima... Pluriversum Edizioni... Rosamaria