martedì 30 maggio 2017

Riciclaggio, sequestro da un milione per Fini

L’indagine è quella che ha portato in carcere l’imprenditore Francesco Corallo. L’ex presidente della Camera è indagato per riciclaggio
Beni da un milione di euro (due polizze vita) sono stati sequestrati dallo Scico della Guardia di Finanza di Roma, coordinata dal procuratore aggiunto Michele Prestipino, all’ex presidente della Camera Gianfranco Fini.  L’ex leader di An è indagato per riciclaggio dalla procura di Roma nell’ambito dell’inchiesta culminata lo scorso 14 febbraio con il decreto di sequestro preventivo di beni emesso dal gip ed eseguito sempre dagli uomini dello Scico, nei confronti di Sergio Tulliani, Giancarlo Tulliani ed Elisabetta Tulliani (compagna di Fini) per un valore di circa 5 milioni di euro. Proprio in quell’occasione Fini è stato raggiunto da un avviso di garanzia.  L’indagine aveva portato nel dicembre scorso all’arresto di Francesco Corallo, Rudolf Theodoor Anna Baetsen, Alessandro La Monica, Arturo Vespignani e Amedeo Laboccetta (poi scarcerato dal riesame), sospettati di essere capi o partecipi di una associazione a delinquere a carattere transnazionale finalizzata ai reati di peculato, riciclaggio e sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte. Gli inquirenti sono convinti che il profitto illecito della associazione, oggetto di riciclaggio, una volta depurato, sia stato impiegato da Corallo in attività economiche e finanziarie, nonché in acquisizioni immobiliari. Ma sarebbe stato destinato anche ai membri della famiglia Tulliani.