giovedì 9 novembre 2017

Intervista alla giovane autrice Marta Giacobbe

Alessandria Post è lieta di pubblicare un intervista in esclusiva per il blog alla giovane ma promettente autrice Marta Giacobbe, a cura di Mattia Cattaneo.

Ciao Marta, benvenuta nel blog, ci puoi dire qualcosa di te, dove abiti e cosa fai nella vita?
Ciao  a tutti e grazie per avermi ospitata nel tuo blog. Io sono un’assistente sociale in cerca di lavoro, vivo in provincia di Bergamo e nel tempo libero mi diletto a leggere e recensire libri sul mio blog e sulla mia pagina facebook dedicata, appunto, ai libri. Da un po’ di tempo ho iniziato anche a dedicarmi alla stesura di romanzi.

Come è iniziato il tuo percorso di scrittura? 
È iniziato al liceo, scrivevo per me stessa sul diario di scuola e da lì ho cominciato a raccogliere idee un po’ dovunque, anche sui libri universitari.

Perché ti piace scrivere?
Adoro scrivere perché è come se riuscissi a dare forma a qualcosa che esiste solo dentro di me finchè non la metto nero su bianco. Sscrivere per me è catartico, a volte anche doloroso ma necessario.

Hai pubblicato il tuo primo romanzo dal titolo “Intro”. Un titolo particolare. Cosa è stato per te “Intro” e come si è sviluppato questo libro?
Intro è un progetto che mi porto avanti da 10 anni, era un’idea che ho lasciato rimanesse tale fino a un anno fa, ossia fino a quando ho deciso che doveva diventare qualcosa di più e in due mesi era finito. Ci tengo molto a questo romanzo perché è praticamente cresciuto con me. Il titolo può aprirsi a più interpretazioni, quella che ho voluto dargli io è: introspezione;  intro come dentro, come il mondo di emozioni e pensieri di Lia, la protagonista.

Hai degli autori  di riferimento alla quale ti ispiri narrando?
La mia passione per la scrittura è nata leggendo i classici, ricordo che dopo aver letto “ Il ritratto di Dorian Grey” di Oscar Wilde, mi sono detta: “vorrei imparare a scrivere così un giorno”. Amo la scrittura dei grandi autori classici, da a Emily Bronthe a Dostoevskij , da Hesse a Goethe. Di sicuro questi scrittori mi hanno fatto appassionare alla bella scrittura, oltre a una buona storia in un libro cerco una scrittura stilosa e raffinata. Quando scrivo cerco di ispirarmi a questo.


Che consigli vuoi dare a chi intraprende questo sogno di pubblicare un romanzo?
Di leggere tanto e di tutto, più si legge più il linguaggio diventa forbito e poi di essere sinceri nella scrittura, di emozionarsi nello scrivere, solo così, credo, si può arrivare ai lettori e lasciargli qualcosa.

Quali sono ora i tuoi progetti futuri?
Scrivere altri romanzi, continuare con le recensioni e riuscire a fare della mia passione per la scrittura il mio lavoro.

Nessun commento:

Posta un commento