martedì 28 febbraio 2017

Una poesia di Giulia Bartolini


Se guardo l' orizzonte,
un orologio che segna
il passaggio tra oscura
luce e lampi di sole in
lento divenire.
Nuvole sospese mi
sfiorano in pensieri che
dondolano dolcissimi.
Se guardo l' orizzonte
un bosco lontano, tra
fitti alberi canto e ululo
al vento.
In te mi accompagno,
tra pioggia di neve , in
un incanto che mai muore.

Giulia Bartolini(c)2017
(Tutti i diritti riservati)

Nessun commento:

Posta un commento