sabato 4 marzo 2017

Ragdoll, caratteristiche della razza

Ragdoll, caratteristiche della razza
Ragdoll Carattere
“Ragdoll” in inglese significa bambola di pezza; il nome deriva dalla caratteristica che presenta questo gatto di abbandonarsi completamente tra le braccia del padrone, diventando “inanimato” proprio come una bambola di pezza.
E’ un gattone dolcissimo, garbato e tanto amorevole da diventare quasi “appiccicoso”. Ha un’innocenza disarmante e un amore verso il padrone unico e inspiegabile. Adora essere al centro dell’attenzione, ama tantissimo le coccole e adora essere tenuto in braccio, tanto che si rilassa completamente rimanendo inerte come un morbido peluche.
E’ molto intelligente, giocherellone e costantemente alla ricerca di affetto e carezze. Per le sue innate doti di estrema socievolezza è adatto a programmi di pet therapy.

La sua vocina è delicata e melodiosa, il ragdoll è una razza forte e niente a fatto delicata.

Il celebre zooantropologo Desmond Morris, descrive il suo temperamento straordinariamente docile e tranquillo. Non per niente nella selezione della razza, prima ancora della bellezza, sono stati privilegiati proprio le doti caratteriali.
Il ragdoll è perfetto per la vita in appartamento: grazie al suo carattere mite e tollerante, convive in armonia con bambini ed altri animali domestici di famiglia.
I ragdoll sono accumunati dall’importanza che per loro riveste il contatto fisico con l’essere umano, sono facilmente educabili.

Ragdoll Standard
I cuccioli si dividono in 4 categorie
  1. compagnia: sono cuccioli che hanno dei difetti di colorazione o di standard pertanto sono da escludere da riproduzione o competizioni di bellezza.
  2. show/alter: sono cuccioli perfetti, pienamente aderenti allo standard, neutri. Adatti ad esposizioni.
  3. breeder: sono cuccioli perfetti adatti alla riproduzione con difetti di marking.
  4. show/breeder: sono cuccioli adatti sia alla riproduzione che alle competizioni espositive.
Il Ragdoll è un gattone grosso e imponente. Il peso di un maschio adulto è di circa 8/9 chili, mentre le femmine intorno ai 4/5 chili. E’ un gatto di grossa mole, alto sulle zampe, lungo e con una potente e sviluppata muscolatura. Non manifesta particolari problemi di salute e non risulta essere portatore di alcuna tara ereditaria. Sono gatti tardivi, hanno cioè, una crescita più lenta rispetto ad altre razze e raggiungono la taglia definitiva verso i quattro anni.

  1. CORPO: Lungo e muscoloso con grossa ossatura, ampio petto ben sviluppato e bacino largo quanto le spalle.
  2. TESTA: Un pò cuneiforme, caratterizzata da un vasto triangolo equilatero che va modificandosi ai lati del muso, che sono dolcemente arrotondati, cranio piatto di media lunghezza, mento ben sviluppato, naso lievemente incavato con un leggero stop, zona piatta tra le orecchie.
  3. ORECCHIE: Di medie dimensioni, larghe alla base con punte arrotondate che continuano la linea del cuneo, leggermente inclinate in avanti e mediamente pelose.
  4. OCCHI: Grandi e ovali, leggermente obliqui con l’angolo esterno all’altezza della base dell’orecchio, di colore blu, il più intenso possibile.
  5. PROFILO: Leggermente incavato, mento ben sviluppato in conformità con il naso ed il labbro superiore.
  6. COLLO: Corto, muscoloso e forte.
  7. ZAMPE: Abbastanza lunghe e muscolose, posteriormente più alte, dando l’impressione che la linea del dorso scivoli verso la testa, piedini tondi, con ciuffi di pelo fra i polpastrelli.
  8. MANTELLO: Da semi-lungo a lungo, folto con tessitura morbida e setosa, fluisce armoniosamente con il corpo aprendosi a ciocche, collare molto voluminoso, più corto sulle zampe anteriori, lungo e vaporoso su quelle posteriori.
  9. CODA: Lunga e proporzionata al corpo, pelosa tipo piumino, più spessa alla base.

Varietà e Colorazioni
colorpoint: le estremità di muso, zampe, orecchie e coda hanno un colore più intenso, mentre il resto del corpo è chiaro.
mitted (guantato): come il colorpoint presenta le estremità più scure; il mento, la pancia, i guantini anteriori e gli stivaletti delle zampe posteriori devono essere bianchi.
bicolor: presenta una V rovesciata bianca sulla mascherina del muso; le zampe, la pancia e la collaretta devono essere bianchi; orecchie e coda scure. Il corpo deve essere chiaro col dorso leggermente più intenso.
Colori
Seal: estremità marrone scuro
Blu: estremità color grigio – blu
Red: estremità rosso – arancio
Cream: estremità color crema
Chocolate: estremità marrone chiaro
Lilac o Frost: estremità grigio chiaro.
Linx o Tabby: il colore non è uniforme, vi sono delle striature
Il Chocolate e il Lilac sono colori poco diffusi in Italia; mentre il Red, il Cream e il Tabby sono stati inseriti recentemente nello standard.

Consigli utili
Trasporto

Il gatto, per legge, deve viaggiare all’interno di un trasportino idoneo che rende in tal modo il viaggio sicuro sia per il gatto che per le persone a bordo dell’auto. E’ indispensabile, quindi, per la sicurezza del gattino.
E’ importante rendere il viaggio meno traumatico e stressante possibile, cercate quindi di rendere confortevole il trasportino sistemando al suo interno un cuscino e una bella coperta; in questo modo il gattino si sentirà più sicuro e affronterà meglio il viaggio in auto.

L’arrivo nella nuova casa

Preparare la casa all’accoglienza del cucciolo è indispensabile: bisogna organizzare gli spazi dedicati al gatto. Piccoli accorgimenti ti aiuteranno a proteggerlo da possibili incidenti.

Ricordiamoci che il micetto si sente un pò spaesato all’arrivo nella nuova casa, questo perché lasciando l’allevamento ha perso i suoi punti di riferimento (mamma, fratellini, persone e ambiente conosciuto), è utile quindi organizzare il suo arrivo per il fine settimana in modo da avere più tempo da dedicargli.
L’ambientamento del gattino nella nuova casa è una fase molto delicata e deve avvenire in modo graduale e tranquillo.
Il tuo cucciolo si trova in un ambiente a lui non familiare, pertanto ogni cosa o azione lo potrebbe turbare in una fase già molto delicata. Evitare quindi:

– urla e toni di voce alterati (generati da troppa enfasi ed euforia)
– di passarlo di mano in mano come fosse un oggetto inanimato, privo di vita.

Lasciategli il tempo necessario per ambientarsi cercando di ricreare un ambiente tranquillo, in questo modo diventerà un gatto tranquillo, sicuro di sé, dolce e soprattutto un ottimo compagno di vita!
Igiene del gatto
LA TOLETTATURA del ragdoll non è particolarmente impegnativa, basta procurarsi un pettine di metallo con denti a doppio lato (stretto/largo) e pettinarlo due volta a settimana.
Si pettina prima, con il lato a denti larghi, in direzione del pelo e poi contropelo, in modo da rimuovere delicatamente la polvere, il pelo morto ed eventualmente qualche piccolo nodo. Si passa poi con il pettine a denti stretti.

Nel periodo della muta (primavera estate) questa operazione va ripetuta più volte al giorno; del resto chi decide di adottare un ragdoll deve essere disposto a ritagliarsi qualche minuto ogni giorno per accudirlo.


IL BAGNO: Il gatto è molto pulito ma ogni tanto, specialmente in estate, è preferibile fargli un bagnetto. E’ importante quindi abituarlo all’acqua fin da piccolo, senza traumatizzarlo e se reagisce con ostilità, non insistere.

La temperatura dell’acqua deve essere all’incirca di 36°- 37°gradi ed è importante utilizzare uno shampoo specifico per gatti, altrimenti si rischiano irritazioni cutanee.


IGIENE ORALE: I denti da latte crescono tra la seconda e la sesta settimana di vita, quelli definitivi a partire dal quarto mese. Il tartaro tende a depositarsi sui denti col passare del tempo, utilizzando mangiare secco, duro e croccante si tende a eliminare il tartaro per attrito.

PULIZIA DELLE ORECCHIE: La regola di base è toccarle il meno possibile. Non utilizzare mai tamponi auricolari né detergenti a base acquosa o alcolica, il veterinario vi consiglierà un detergente appropriato.

IGIENE DIGESTIVA: In molti casi si formano nello stomaco del gatto palline di pelo, questo a causa dell’ingestione del pelo durante la pulizia; purtroppo i gatti sono incapaci di espellere dalla bocca l’accumulo di peli morti a causa delle centinaia di barbe rivolte verso l’interno, che ricopre la loro lingua.

Di solito ingerire il pelo non comporta problemi ma in caso di accumulo nello stomaco c’è il rischio di formazione di boli di pelo; i primi segnali di questa patologia sono costipazione, tosse ed affanno, in particolare dopo un pasto, scarso interesse nel cibo.
La cosa migliore da fare per prevenire questo problema è spazzolarlo regolarmente in modo da rimuovere il pelo morto dalla pelliccia rendendo l’ingestione di pelo molto meno probabile.
Il ragdoll ama essere spazzolato perciò questa sarà un’ ottima occasione per creare un legame affettivo con il vostro cucciolo e rilassarvi mentre lo spazzolate, maggior cura, va prestata durante i periodi di muta ( in primavera ), ripetendo l’operazione più frequentemente.
In commercio esistono diversi prodotti per prevenire questi disturbi, come la pasta Remover da dare al proprio gatto 2 volte a settimana e dei croccantini specifici per espellere il pelo morto attraverso le feci.


Il veterinario

L’allevamento, nei limiti del possibile, consiglia di mantenere il veterinario di fiducia; se questo non fosse possibile vi consiglia di scegliere un professionista che abbia le seguenti caratteristiche:
– è abbastanza vicino o facilmente raggiungibile
– è veramente interessato agli animali, soprattutto ai gatti
– è preciso nel ricordare ai pazienti i richiami per i vaccini o altri controlli
– è reperibile per servizi di emergenza
– è in grado di fornire consigli nutrizionali adeguati.


VACCINAZIONI: E’ fondamentale proteggere il gatto attraverso il vaccino da malattie importanti come: corizza, panleucopenia o tifo, leucemia felina, virus e rabbia.

L’età ideale per iniziare un programma vaccinale è fra le 6 – 8 settimane, perché fino ad allora gli anticorpi materni neutralizzano gli antigeni della vaccinazione.

La prima vaccinazione protegge il gattino contro diverse forme infettive, respiratorie e virali (HERPES-VIRUS, CALICI-VIRUS) PANLEUCOPENIA o ENTERITE VIRALE LEUCEMIA VIRALE (FELV).

La seconda vaccinazione va fatta tra le 12 e le 16 settimane ed è un richiamo contro forme respiratorie virali, PANLEUCOPENIA e FELV.

Quando il gatto raggiunge i 15 mesi di età dovrebbe essere eseguito un ulteriore richiamo contro RINOTRACHEITE, PANLEUCOPENIA e FELV.
Il vaccino va rinnovato ogni anno.
L’allevamento BluQueen opera selezionando gatti sani, dolci e conformi allo standard. Preferisce la qualità piuttosto che la quantità.

I cuccioli BluQueen NON VENGONO CEDUTI DA RIPRODUZIONE IN ITALIA MA SOLO AD ALLEVAMENTI ESTERI
I cuccioli da compagnia, quelli cioè che presentano difetti di manto, vengono ceduti a persone che cercano l’amore e la dolcezza che solo questo gatto può dare e consiglia in questi casi la sterilizzazione del gatto per preservarlo da diverse patologie. Al cucciolo da compagnia viene rilasciato un pedigree “not for breeder”.

Educazione

La fase principale dell’educazione del gattino si svolge dalla nascita fino all’età di 6 mesi. La maggior parte delle conoscenze comportamentali vengono acquisite all’età di 3 mesi, grazie al ruolo “dominante” della madre e dei fratellini; ecco perché un cucciolo BluQueen lascerà l’allevamento dopo i 3 mesi di vita, in modo da permettere al gattino di stare il tempo necessario con la mamma.

Il gattino lascerà l’allevamento accompagnato da PEDIGREE, il documento che attesta la pura razza del cucciolo e garantisce il rispetto di TUTTE LE CARATTERISTICHE DI RAZZA. NOI NON CEDIAMO CUCCIOLI SENZA PEDIGREE.

Inoltre, libretto sanitario con doppia vaccinazione trivalente, doppia visita veterinaria, certificato veterinario che attesta lo stato di salute, esami delle feci x vedere se ha bisogno di essere sverminato, antiparassitario, test HCM/FIV/FELV/FILARIOSI /CERTIFICATO VETERINARIO FIP ESENTE IN ALLEVAMENTO
Il cucciolo viene ceduto mediante contratto.

DIFFIDATE DA TUTTI GLI ALLEVATORI CHE VENDONO I GATTINI RAGDOLL AD UN COSTO MOLTO BASSO, SIGNIFICA CHE ALLEVANO IN BATTERIA, SFORNANDO CUCCIOLI DA SVENDERE AL MIGLIOR OFFERENTE. È essenziale garantire la salute di ogni cucciolo e soprattutto un corretto sviluppo psico-fisico e un prezzo troppo basso spesso significa proprio il contrario!
Allevare, secondo il principio dell’allevamento, significa prima di tutto RISPETTARE I NOSTRI RAGDOLL, dedicare loro del tempo e donargli tanto AMORE, facendo all’ocorrenza anche qualche notte in bianco per assistere le femmine durante il parto o i piccoli nei primi giorni di vita.
Un cucciolo che cresce nel modo corretto, in un ambiente sano dove ha ricevuto amore e coccole nonché tutte le cure sanitarie necessarie, sarà uno splendido gattone, con un carattere equilibrato e dolce, segno di tutto l’amore che ha ricevuto sin dal giorno della nascita.
Primi passi del gattino

Evitare qualsiasi cambio improvviso di dieta, si correrebbe il rischio di provocare disturbi digestivi, è buona norma chiedere sempre il consiglio dell’allevatore che ha cresciuto il cucciolo preoccupandosi di una corretta alimentazione, i nostri ragdoll vengono nutriti con crocchette di prima scelta come Orijen Cat & Kitten Biologically (prodotti in Canada)  umido della Naturlal Code
Se desidera cambiare alimentazione, assicurarsi che il passaggio dal vecchio al nuovo alimento avvenga in modo graduale e in un arco di tempo non inferiore alla settimana. Questo metodo aiuta a minimizzare il rischio di dissenteria e disturbi intestinali dannosi per lo sviluppo corretto del gattino.

NON CONCEDERE MAI ASSAGGI DI CIBO CASALINGO MENTRE SI PRANZA O CENA, acquisterebbe la cattiva abitudine di elemosinare o rubare cibo da tavola.

Lista selle principali piante tossiche per i gatti

Ciclamino, Agrifoglio, Vischio, Glicine, Azalea, Rododendro, Stella di Natale, Oleandro, Poinsettia, Edera, Acuba, pisello domestico, Ficus, Filodendro.

Nessun commento:

Posta un commento