mercoledì 28 dicembre 2016

Regione, conti “provvisori”

Regione, conti “provvisori”
La giunta Chiamparino non è in grado di redigere il bilancio di previsione a causa delle incertezze relative ai tagli del governo e alla trattativa sullo Sblocca Crediti. Reschigna: "Entro il 20 gennaio presenteremo il testo". Polemiche su Scr, Eurofidi e derivati
A oggi la Regione Piemonte “non è in grado di presentare una legge di bilancio per il 2017” e per questo si affiderà, almeno per un altro mese, all’esercizio provvisorio, che sarà appoggiato sull’assestamento pluriennale 2016-2018. È quanto ha spiegato il vicepresidente Aldo Reschigna in aula durante la discussione del provvedimento. A rappresentare il principale elemento di incertezza c’è la complessa trattativa con lo Stato per quel che riguarda entità e, soprattutto, modalità dei tagli imposti alle Regioni. Inoltre, la gestione commissariale dei fondi previsti dal decreto legge 35, il 
cosiddetto Sblocca Crediti, è un ulteriore elemento di instabilità. “Queste operazioni si configurano infatti, per via della gestione commissariale, quali contributi versati dal Piemonte al commissario straordinario ed entrano così negli equilibri di bilancio, con un aggravio di 170 milioni di euro annui”. E dal momento che le nuove norme di contabilità pubblica prevedono che le Regioni approvino gli equilibri di bilancio in fase previsione e non più di assestamento, si dovrà attendere la fine della trattativa in corso con l’esecutivo. Questione, comunque, di giorni come dimostra la disponibilità di Reschigna ad assumere entro il 20 gennaio la legge di bilancio per poi permetterne la discussione in commissione e, successivamente, in aula. Provvedimento approvato dall’aula di Palazzo Lascaris con 29 voti a favore e 2 contrari... continua su: http://lospiffero.com/ls_article.php?id=31145

Nessun commento:

Posta un commento