venerdì 23 dicembre 2016

Mattia Cattaneo intervista la poetessa Anna Maria Lombardi

by Pier Carlo Lava
Alessandria Post è lieta di pubblicare, in esclusiva per il blog, un intervista alla poetessa Anna Maria Lombardi, a cura di Mattia Cattaneo. Queste le sue risposte alle nostre domande:

Ciao Annamaria e benvenuta nel blog. Ci racconti qualcosa di te, dove vivi e cosa fai? Quali sono i tuoi principali interessi artistici e culturali oltre alla poesia?
Vivo a Bonate Sotto in provincia di Bergamo con mio marito Luigi, che si occupa di scultura in cemento armato e con altri materiali. Dopo il mio ritiro dall’attività privata come Psicologa,fatto salvo la conduzione famigliare e altri impegni,, mi sono dedicata con tutta me stessa alla poesia. D’altronde, in questi ultimi 3 anni il lavoro di scrittura,correzione, di assemblaggio, ecc.. per la pubblicazione dei testi, uniti alla partecipazione ai vari concorsi e la gestione delle pagine facebock  non mi ha lasciato troppo spazio per occuparmi molto d’altro,anche se ho mantenuto vivo l’interesse per la letteratura moderna, in modo particolare per i grandi soprattutto poeti e per la fotografia, ambito che intendo possibilmente sviluppare in futuro.

Hai fondato con Marina Marini Danzi una pagina FB “Psicologia, fiori di Bach e dintorni”, ce ne vuoi parlare? 
La pagina facebook ”Psicologia, fiori di Bach e dintorni”, che oggi ha oltre 10.000 likes, nasce, come dicevo circa 3 anni fa allo scopo di diffondere pillole per  una visione unitaria psico-fisiologica e spirituale  dell’uomo e in questo senso che anche la poesia ha trovato il suo giusto spazio in questa sede.

Il blog prende il nome del libro “Moti dell’anima”. Di cosa tratta?
Il Blog” Moti d’anima”, è nato un poco dopo la pagina Psicologia, fiori di Bach e dintorni ed ha il medesimo scopo. Moti d‘anima perché riteniamo che ci sia movimento d’anima in tutto quello che siamo e che diventiamo. In sintesi, l’anima si esprime sempre ed è un processo che sottostà  ad ogni attività umana. Dal titolo si può intuire che intendevamo allargare lo spazio del blog dedicato al particolare moto dell’anima poetica  e il titolo del primo nostro libro di poesia si è ispirato appunto ai moti  poetici dell’anima.


Hai iniziato a scrivere poesie da qualche anno, come è nata questa cosa in te? Ci sono poeti a cui ti ispiri?
L’attitudine ad esprimermi in versi liberi inizia a comparire in modo saltuario dalla gioventù in poi, scrivendo testi che poi eliminavo subito dopo, non avendo minimamente l’idea di conservarli. Solo qualche anno fa, in coincidenza con l’uso attivo da parte mia del computer, ho sentito la profonda esigenza di scrivere miei pensieri, aforismi e poesie con continuità e di salvarli. Quindi, la pubblicazione divenne, per così dire,una conseguenza logica e lo stimolo venne proprio dalla copiosa pubblicazione dei testi, anche di poesie, che all’epoca pubblicavo sulla pagina con l’amica Marina. A tutt’ora,pur avendo letto parecchio di altri autori ed apprezzandoli, non posso dire di ispirarmi in modo particolare a qualcuno o a un modello preciso perché  ritengo che l’espressione poetica debba essere quella varia e libera dell’anima di ognuno.
Hai all’attivo due raccolte poetiche, “Moti dell’anima” e “Sfumature di rosa” con Marina Marini Danzi. Ce ne vuoi parlare?
Nel mese di giugno del 2015 viene pubblicato il nostro primo libro con il titolo “Moti dell’anima”, che a oggi è stato ristampato 3 volte ed acquisito e catalogato dall’Università di Parma. Immediatamente il libro ha ricevuto molte recensioni positive e nell’ambito di poco più di un  anno, numerosi premi veramente di prestigio. A luglio del 2016 Io e  Marina abbiamo voluto rinnovare l’esperienza ed è uscito al pubblico il nostro nuovo libro “ Sfumature di rose”, anch’esso ha ottenuto già recensioni positive e  premi importanti. La particolarità di entrambi i testi è che ognuno presenta due specifiche silloge, una per ognuna di noi.

Hai partecipato a varie antologie e hai ricevuto numerosi premi e menzioni d’onore. C’è una di queste che ti sta particolarmente a cuore? 
Essendo ,secondo una mia concezione, tutto in divenire,non solo la mia poesia è e voglio che sia espressione libera del mio intimo,ma anche non legata in qualsiasi modo all’idea che una valga di più rispetto all’altra. Anche per quanto riguarda i premi, di qualsiasi tipo,quello a cui tengo di più è sicuramente quello che otterrò domani con sempre nuove proposte poetiche e nuove pubblicazioni.
Ci sono progetti futuri?

Tra i progetti futuri sicuramente ci saranno pubblicazioni a carattere individuale ed anche pubblicazioni sul tipo di quelle che ho fatto con l’amica Marini con la quale continueremo il progetto di collaborazione esistente.

Nessun commento:

Posta un commento