domenica 9 ottobre 2016

La Sanità italiana, miliardi di sprechi, ma pagano sempre i cittadini

Foto di repertorio che non a nessun riferimento con i contenuti del post
by Pier Carlo Lava
Secondo alcuni media un farmaco su 10 finisce nella spazzatura, con uno spreco di 1,6 miliardi di euro all’anno. 
Non mancano consulenze d’oro per 780 milioni di euro, servizi di mensa e pulizia pagati più di quanto si deve, con uno spreco di circa 1 miliardo di euro. 
Project financing molto costosi per costruire ospedali a volte inutilizzati, spese legali inutili, con costi per 2 miliardi di euro. 
Anzichè intervenire su questi problemi con tagli ai costi inutili, i vari Governi che si sono succeduti nel tempo, indipendentemente dal colore politico, hanno scelto di aumentare i costi dei ticket, chiudere piccoli ospedali e/o reparti, creando disagi e mettendo a rischio la salute dei cittadini, ma evidentemente è più facile fare pagare il conto ai soliti noti, che hanno poco ma sono in molti.

Oltre all’evasione fiscale e alla corruzione, che restano i primi cancri da estirpare, anche nella sanità ci sono problemi da risolvere se si vuole rilanciare il paese.

Nessun commento:

Posta un commento