domenica 29 maggio 2016

Scuola di vita di un eroe senza nome

L'ex ladro, il disoccupato, l'uomo senza donna, il furbo fesso, il cinico parassita, e ancora il difensore dei poveri, l'ultimo dei primi: sono solo alcuni dei personaggi coi quali Giannunzio Visconti ha riempito le pagine di questo saggio-guida rivolto soprattutto all'universo dei giovani. "Scuola di vita di un eroe senza nome" è una lettura semplice che si rivolge alla stagione in cui i ragazzi avvertono una profonda sensazione di smarrimento di fronte a quello che si prospetta come un futuro impervio ed incerto. Attraverso le esperienze di questi personaggi Visconti mostra il cammino da seguire per far fruttare al meglio i "talenti della vita": è moralista ed educatore di buone intenzioni e di sincera vocazione, che fa sgorgare spontanea la morale nel giovane lettore per la simpatia e il tono ironico con cui vengono trattati gli argomenti. L'opera è uno stimolo alla riflessione, all'osservazione matura della realtà e non alla fuga da essa.

Nessun commento:

Posta un commento