sabato 28 maggio 2016

Nadal si ritira dal Roland Garros

by Paolo Baratto
Sono le 16.30 quando sui monitor che riportano l'elenco dei giocatori pronti alla conferenza stampa -
di solito post match - appare il nome di Rafael Nadal che oggi invece è di riposo dopo la sfida vinta ieri in tre set contro Bagnis. Lo spagnolo, vincitore di nove Roland Garros, arriva assieme al suo entourage di sempre (Carlos Costa e Benito Barbadillo), ha la faccia scura e un tutore al polso sinistro. 
"Sono qui per annunciare che mi devo ritirare dal torneo perché ho un problema al polso che mi porto dietro da un paio di settimane. Sono arrivato a Parigi e il dolore era lieve, poi è aumentato sempre di più e ora non sono più in grado di giocare. Ho tentato di fare tutti i trattamenti possibili. Ieri ho giocato dopo che mi avevano somministrato un anestetico locale. Durante la partita è andata bene, poi però le cose sono peggiorate molto. Questa mattina sentivo che non potevo nemmeno muoverlo. 
Così sono venuto qui, ho fatto una risonanza magnetica e sono stato costretto a prendere questa decisione. Purtroppo i risultati non sono stati positivi e il dottore mi ha detto che se continuavo a
sforzarlo, il tendine del polso si sarebbe rotto nei prossimi giorni. 
Il Roland Garros è per me l'evento più importante dell'anno e abbiamo fatto tutto il possibile per migliorare la situazione del mio polso. Se gioco qui è perché voglio vincere il torneo e se non lo posso vincere allora non ha senso rischiare un danno molto più grave. Devo pensare a guarire: ci vorranno due settimane di riposo assoluto, poi si vedrà. Non so al momento quanto tempo dovrò stare fermo e quindi non so dire se sarò in campo a Wimbledon oppure no. I dottori non mi hanno parlato d'interventi chirurgici, quindi credo sia una cosa che si sistemi da sola", ha spiegato lo spagnolo nell'inattesa conferenza stampa.

Nessun commento:

Posta un commento