mercoledì 19 ottobre 2016

Alessandria 1986, considerazioni e commenti sul video di Sergio Perissinotto




Così scrivevo il 22 agosto 2015...

by Pier Carlo Lava
Alessandria: Premetto che ho guardato il video con un po di nostalgia e non solo perchè mi ricorda quando ero più giovane, all’epoca prestavo la mia opera presso la società Pernigotti di Novi Ligure come Sales Manager Italia per il comparto GD e DO (Grande distribuzione e distribuzione Organizzata). Nel periodo in questione gran parte del mio tempo era dedicato al lavoro in ufficio e in giro per l’Italia e il resto alla famiglia e agli Hobby. Confesso di avere sempre avuto poco interesse per i problemi della città (che erano comunque inferiori rispetto ad oggi) e sopratutto per la politica, della quale mi occupavo a livello di informazione solo nel periodo pre elettorale. Devo ammettere che praticamente il mio interesse e la mia conoscenza erano più nel resto del Paese che verso Alessandria.
Considerazioni: Questo interessante video di Sergio Perissinotto, mostra una città ordinata, pulita, con meno traffico, criminalità, vandalismo e piaga dei nostri giorni, senza abbandono di rifiuti ovunque, non solo nelle aree dei cassonetti. 
La Polizia Municipale operava sulle strade per il controllo della viabilità e come deterrente per i problemi sopra citati, anche se all'epoca erano quasi inesistenti. 
Il livello di civiltà dei cittadini era decisamente superiore, oggi pare invece che l'inciviltà, forse di pochi, ma sufficiente a creare un disordine sociale mai visto in precedenza con tutte le conseguenze del caso, abbia preso il sopravvento, contribuendo a determinare la situazione che purtroppo tutti conosciamo. A questo si aggiunge un aumento della criminalità, che ad esempio per quanto riguarda i furti negli appartamenti pone Alessandria al 10° posto nella classifica Nazionale su 104 capoluoghi di
provincia.
Il rispetto e la tolleranza verso il prossimo erano decisamente superiori, mentre erano decisamente inferiori i conflitti, le tensioni sociali e le relative polemiche, che invece oggi anche per i motivi economici che hanno colpito vasti strati della popolazione, hanno raggiunto livelli quasi insostenibili. Fra questi in primis la mancanza del lavoro, della casa e l’impossibilità per molti di arrivare persino alla terza settimana del mese.
Conclusioni: Purtroppo dobbiamo concludere che anche in una tranquilla e ordinata città di provincia come Alessandria le cose siano cambiate decisamente in peggio e sotto tutti gli aspetti, al punto che è difficile se non impossibile trovare qualcosa che invece sia migliorato rispetto all’epoca del video. 
Sui temi in questione vanno pertanto sensibilizzati i ragazzi nelle scuole e intrapresi determinati provvedimenti nei confronti degli adulti che non rispettano le regole, come ad esempio un maggiore controllo della città sopratutto come prevenzione. 
Va migliorato il livello di funzionamento di taluni servi indispensabili, in primis quelli che riguardano Amiu, ma anche i trasporti pubblici ed inoltre va affrontata e risolta la questione della casa per chi non può permettersela. Va tenuto presente che non si passa quanto prima dagli annunci ai fatti, in futuro la situazione non potrà che peggiorare ulteriormente.

Nessun commento:

Posta un commento