venerdì 28 febbraio 2014

Ven 28 Febb '14 Jimmy Ragazzon MANDOLIN' BROS presenta su Radiogold il c...

“CHI SE NE FREGA DELLA MUSICA? - PERCORSI NELLA MUSICA IN ITALIA IN COMPAGNIA DI GIANLUCA MOROZZI” (NDA PRESS)

AD ALESSANDRIA L'8 MARZO IL LIBRO DI ENRICO DEREGIBUS “CHI SE NE FREGA DELLA MUSICA?” CON MIRCO MENNA, L'ISOLA RITROVATA, ORE 22
Mentre si susseguono le recensioni molto positive e un forte riscontro di vendite, il nuovo libro di Enrico Deregibus “Chi se ne frega della musica? - Percorsi nella musica in Italia in compagnia di Gianluca Morozzi” (NdA Press) sarà presentato ad Alessandria all'Isola ritrovata (Via Santa Maria di Castello 8) sabato 8 marzo alle 22, con l'intervento del cantautore bolognese Mirco Menna che suonerà e a sua volta presenterà in anteprima l''album in divenire' “Il senno del pop” e il volume “Frammenti apocrifi”.
“Chi se ne frega della musica?” è una ricognizione, talvolta ironica, con originali trovate linguistico-giornalistiche, sulla musica di oggi in Italia attraverso una serie di squarci su artisti, dischi, festival, concerti, addetti ai lavori degli ultimi 20 anni (con qualche puntata anche nel passato).
Il tutto partendo da alcune domande: si possono mettere in gioco venti anni e più di musica in Italia? Senza paletti di generi, senza soggezioni, senza tifoserie? Con ironia e affetto? Ci ha provato Enrico Deregibus, uno dei più apprezzati giornalisti musicali italiani, che guida il lettore attraverso un percorso in compagnia dello scrittore Gianluca Morozzi, in

Delega fiscale. Balduzzi: passo in avanti su contrasto alla ludopatia, lacune su famiglie ma vigileremo sull’attuazione


“Un ulteriore passo avanti nella lotta al gioco d’azzardo patologico, che prosegue sulla strada aperta dal Governo Monti con la cosiddetta legge Balduzzi (art. 7 d.l. 158 del 2012, convertito nella legge 189 del 2012), i cui effetti concreti dipenderanno molto da come saranno scritti i decreti legislativi attuativi. Certo è che il bollino slot-free per gli esercizi commerciali che si impegnano per un certo numero di anni a togliere o a non installare apparecchiature per giochi con vincita in denaro, la progressività degli aggi, le forme vincolanti di partecipazione dei comuni nei procedimenti di pianificazione e di autorizzazione dei punti gioco costituiscono una conferma che indietro alla svolta del 2012 non si torna. E questo dovrà valere anche per i divieti di pubblicità“. Così l’on. Renato Balduzzi a commento delle norme sul riordino del settore del gioco contenute nella delega fiscale approvata nelle scorse ore dalla Camera dei deputati. E alla domanda se vi siano lacune nel testo di legge risponde: “Siamo ancora indietro per quanto riguarda una fiscalità rispettosa della famiglia, affinché questa possa esercitare la funzione fondamentale riconosciutale dalla Costituzione. Il Governo, che ha accolto un ordine del giorno in questa direzione, potrà in sede di attuazione della delega parametrare i carichi fiscali in relazione al numero dei componenti della famiglia e dando il giusto rilievo alla cura dei suoi membri più fragili. Sarò tra quelli che vigileranno in tal senso.” 
Ufficio stampa dell'on. Renato Balduzzi

USB, scrive chiede al Prefetto un tavolo di conciliazione ai sensi della normativa vigente


Al Prefetto di Alessandria Al Sindaco di Alessandria
Oggetto: dichiarazione dello stato d’agitazione - richiesta del tavolo di conciliazione ai sensi della normativa vigente
La scrivente Organizzazione Sindacale, considerato che da tempo si sono interrotti i rapporti tra comune e USB, ultimamente sono stati chiesti chiarimenti sul futuro dei lavoratori del servizio manutenzione fabbricati in quanto è stato comunicato, tramite il capo istruttore, che servizio e operai verranno trasferiti ad una ditta esterna emiliana e anche questa volta l'amministrazione si è resa latitante;
Considerato che costa molto meno metter in condizioni gli operai del comune svolgere il proprio lavoro piuttosto che esternalizzare i servizi;
Considerato che l'amministrazione ha sospeso arbitrariamente il buono pasto dei dipendenti del comune, la scrivente USB ha presentato ricorso presso il tribunale di Alessandria, l'udienza definitiva è fissata il 18 giugno 2014, al fine di evitare accordi meschini con sindacati politicizzati e membri del PD, come si è già cercato di fare;
Per quanto sopra e in oggetto si chiede l’attivazione delle procedure previste ai sensi della normativa vigente.
In attesa di riscontro, distinti saluti. 
Alessandria 28/02/2014
Per la Federazione Provinciale USB 
Pubblico Impiego e Settore Privato
Maccarino Giovanni

Una forte iniezione di etica pubblica: intervista a Renato Balduzzi


Dalla riforma del Senato ai problemi economico-sociali, passando per la crisi della politica. La Voce Alessandrina ha chiesto a Renato Balduzzi un punto di vista su alcuni temi che il nuovo Governo dovrà affrontare nei mesi a venire, anche in considerazione di un’auspicabile prospettiva di “normalità” aperta dalla formazione di un esecutivo che non ha, diversamente dai precedenti, connotazioni emergenziali o “a termine”. 
Per leggere l’intervista clicca sul seguente link: Intervista La Voce Alessandrina 28feb2014
Ufficio stampa dell'on. Renato Balduzzi

Diamo certezze definitive ai lavoratori del TRA, ex ASPAL e Costruire Insieme.


Alessandria: Non era difficile da capire che pur in presenza di condizioni buone e utili per una ripartenza di Alessandria, dopo la fase di risanamento del bilancio, si sarebbe riaperto un conflitto con i lavoratori ex ASPAL e Costruire Insieme. Infatti l'Amministrazione Comunale pur in presenza di impegni positivi presi nel corso degli ultimi mesi ha infatti accumulato troppo ritardo nel mettersi al lavoro sul progetto di polo culturale che dovrebbe sorgere intorno a Costruire Insieme. Per questo ribadiamo la nostra solidarietà ai lavoratori ASPAL che hanno piena ragione a chiedere tranquillità e rassicurazioni sulla continuità del loro posto di lavoro, chiedendo però a tutte le parti di fare uno sforzo di non isolamento ideologico e di tornare con pazienza al più presto a confrontarsi con idee e progetti sul tavolo.
Occorre pertanto mettersi subito al lavoro recuperando con serietà il tempo perduto e serve una gestione e confronto continuo e quasi quotidiano fra le parti per realizzare finalmente il progetto del Polo Culturale: in questo modo si potrà dare a ciascun dipendente rassicurazione sul suo futuro e realizzazione professionale e si potrà addirittura gradualmente tornare a investire.
Bisogna perciò garantire tranquillità alla totalità dei dipendenti, avendo presente l'impegno del Sindaco e dell'Amministrazione, più volte ribadito, a non effettuare alcun licenziamento, cercare altra cassa integrazione per superare questa fase e creare via via le condizioni per rimettere al lavoro tutti i dipendenti.
Soprattutto sul TRA il Comune ha il dovere morale e non solo politico di mantenere gli impegni presi coi lavoratori e

TANTE CHIACCHIERE, POCHE VERITA’


Alessandria: Come sempre il chiacchiericcio politico/sindacale serve a nascondere i dati strutturali quelli cioè che determinano la vita della gente.
La politica, e le chiacchiere sulla politica, si assumono anche l’onere di nascondere più possibile le dinamiche che si stanno mettendo in atto grazie al pilota automatico, l’Unione Europea, che continua indisturbato a programmarci l’esistenza, decidendo sulla nostra economia…”l’Italia sa cosa deve fare”…hanno detto all’unisono il Commissario Olli Rehn e Draghi per la BCE, sottintendendo così che alla lettera dell’agosto 2012, quella tenuta segreta dal governo italiano che indicava con precisione i provvedimenti anti popolari da assumere, non c’è scampo neppure ora che tutti ci raccontano che “si intravvede la fine del tunnel”, anche se, alla fine di questo, c’è l’obbligo di conversione ad U!
Nelle prossime ore il Commissario alla Spending Review renderà noti al governo i risultati del lavoro delle 25 commissioni che ha allestito per individuare dove tagliare la spesa e il governo dovrà decidere cosa fare. Siamo certi che ancora una volta la scelta cadrà sul welfare, sui lavoratori pubblici, sulle partecipate con la scusa degli esorbitanti costi della pubblica amministrazione, che invece sono pari o

Parere favorevole della bicamerale sul ddl regioni ed enti locali. Novità importanti per i comuni dissestati


La Commissione bicamerale per le questioni regionali, nella seduta di giovedì 27 febbraio, ha dato parere favorevole sul disegno di legge in materia di regioni ed enti locali che recupera le disposizioni approvate dalla Commissione Bilancio del Senato al cosiddetto decreto salva-Roma (n.151/2013) e stralciate dal Presidente del Senato perché estranee al contenuto originale. “Si tratta di norme importanti – ha affermato il presidente della Commissione, on. Renato Balduzzi – che rispondono alla duplice esigenza di non lasciare sole le Regioni e gli enti locali che vivono situazioni di difficoltà o emergenza a causa di dissesto finanziario o calamità naturali e di porre le condizioni per evitare il ripetersi di squilibri di bilancio”. “A questo fine il provvedimento – ha aggiunto Balduzzi –prevede tra l’altro norme per assicurare la proporzionalità tra l’organizzazione degli enti e i servizi da erogare a cittadini e imprese nell’ottica della sempre maggiore efficienza delle pubbliche amministrazioni e del contenimento delle loro spese di funzionamento. L’auspicio è che Senato e poi Camera  riescano, con procedure legislative rapide, ad approvare definitivamente già nelle prossime settimane un

CONSERVATORIO DI MUSICA “ANTONIO VIVALDI”: “Le Stagioni del Vivaldi”


Alessandria: Anno accademico 2013 / 2014 
“Le Stagioni del Vivaldi”
I Mercoledì del Conservatorio – Scatola Sonora – Entriamo nella casa della musica – Master-Konzerte 
con il contributo della Regione Piemonte e della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria
I MERCOLEDI’ DEL CONSERVATORIO XXII edizione
Dall’11 dicembre 2013 al 7 maggio 2014  
Sesto appuntamento : Mercoledì 5 marzo 2014, ore 17 
Anche quest’anno i Mercoledì del Conservatorio offrono al pubblico degli appassionati un’ampia e variegata proposta musicale:
dalla musica barocca, al romanticismo fino a incursioni sul Novecento storico italiano.
La partecipazione più numerosa è naturalmente quella dei nostri valenti docenti del Conservatorio  che si affianca, come sempre, ad alcuni interpreti ospiti.
Ma la vera novità di questa Stagione è la presenza di alcuni allievi del nostro Istituto che, come introduzione ai concerti,
presenteranno un programma di una decina di minuti nei quali potranno farsi ascoltare ed apprezzare dal nostro numeroso e qualificato pubblico.  
Intro Allievi
Lorenzo Morra, pianoforte
Musiche di Liszt, Rachmaninov 
DUO MAURIZIO BENEDETTI E ILARIA SCHETTINI
flauto e pianoforte
“Emozioni d’Italia” 
Auditorium Pittaluga Via Parma 1, Alessandria  
L’entrata ai concerti è libera.
Ogni contributo finanziario sarà gradito
e permetterà l’attribuzione di borse di studio agli allievi più meritevoli.
CONSERVATORIO ANTONIO VIVALDI 
UFFICIO COMUNICAZIONE E PROMOZIONE
Via Parma 1, 15121 Alessandria - Italy - tel: 0131 051 500 - fax: 0131 325 336 - Web: www.conservatoriovivaldi.it Ufficio stampa: Simona Gandini – E-mail: ufficio.stampa@conservatoriovivaldi.it

Nuovo Orario Sportelli Anagrafici


Alessandria: Da lunedì 3 marzo gli uffici del Servizio Anagrafe e Statistica osserveranno un nuovo orario di apertura al pubblico.
Di seguito il dettaglio:
Carta d’identità – Rilascio Certificazioni - Autentiche
lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 8.30 alle ore 13.00
martedì e giovedì dalle ore 8.30 alle ore 15.30
Altri sportelli (cambi abitazione, consegna attestazioni ai cittadini comunitari ex D. Lgs. 30/2007, toponomastica, A.I.R.E. e codici fiscali ecc.):
lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 8.30 alle ore 13.00
Si ricorda che le dichiarazioni riguardanti i cambi di abitazione e residenza possono anche essere inoltrate all'Ufficio Anagrafe con le seguenti modalità:
con raccomandata indirizzata al Comune di Alessandria – Servizio Anagrafe, P.za della Libertà, 1 – 15121 Alessandria;
per fax al numero 0131- 515 217, 0131-515 361;
per via telematica all’indirizzo di posta elettronica certificata del Comune: comunedialessandria@legalmail.it oppure all’indirizzo di posta semplice dell’Ufficio Anagrafe cambioAbitazione@comune.alessandria.it.

La Commissione Bilancio incontra il Direttore e il liquidatore di Aspal.


Alessandria: Martedì   04   Marzo   2014  alle  ore  11,00, presso la Sala  del Consiglio Comunale si riunirà la Commissione Consiliare Programmazione e Bilancio per trattare il seguente odg:
Audizione del Direttore e del Liquidatore di Aspal sulla situazione generale della partecipata.
IL  PRESIDENTE
Giovanni Barosini

Premio Attila 2013 grande partecipazione ma anche contestazione. Ballottaggio entro il 15 marzo 2014


Quest’anno c’è stata la solita dispersione del voto (Rita Rossa, Roberto Gilardengo, Claudio Lombardi, Il Piccolo, Piercarlo Fabbio, Guido Bertolaso, Paolo Filippi, Mauro Moretti, Lino Rava, Bernard de Laguiche) e una sostanziale parità tra 3 concorrenti che hanno distanziato tutti gli altri. Proponiamo quindi un ballottaggio tra Riccoboni, Sardi e Robbiano. Le modalità di voto entro il 15 marzo 2014 tramite email alessandriamd@gmail.com, al telefono 3470182679 oppure sulla nostra pagina face book https://www.facebook.com/MedicinaDemocraticaAlessandria
Angelo Riccoboni. Motivazione: “Perché sprezzante di ogni rischio e dell’opposizione di 30 Comuni della Valle Bormida, continua a voler insediare sopra la più importante riserva acquifera del sud Piemonte le proprie attività imprenditoriali (discariche e industrie di trattamento di rifiuti pericolosi) presentandole, con l’ausilio delle più importanti istituzioni (Provincia di Alessandria, ARPA, ASL, ATO6 e con la partecipazione straordinaria della Regione Piemonte), come

STELE PALEOCRISTIANA E BUSTO D’AFRODITE RITROVATI NEL MARE DI TRAPANI


by Cristina Biolcati
Dal 2007 la Sopraintendenza del Mare effettua sistematiche campagne subacquee nel trapanese, che in questi giorni sembrano avere dato buoni frutti. È giunta infatti notizia del ritrovamento di due reperti antichi, di cui il primo nelle acque antistanti Torretta Granitola, frazione di Campobello di Mazara. 
Si tratta di una stele scolpita su una roccia di tipo calcaritica molto compatta, di colore giallo oro, di probabile origine paleocristiana. All’interno di una nicchia quadrangolare, sarebbe raffigurata una figura umana di cui si distingue la testa, forse con una corona. Il corpo sarebbe ricoperto da un’ampia veste, la mano sinistra terrebbe un’altra piccola figura, mentre la destra reggerebbe un bastone, o più facilmente uno scettro. 
Il condizionale è d’obbligo, poiché è difficile decifrare questa statua, data la sua lunghissima permanenza in acqua.
La notizia del ritrovamento è stata resa nota durante una conferenza tenutasi a Palermo, dove il Sovraintendente del Mare, Sebastiano Tusa, ha parlato nel dettaglio della scoperta. Secondo gli studiosi la stele potrebbe appartenere ad un complesso archeologico più ampio, ancora sommerso dal mare. Nelle acque prospicienti Capo Boeo a Marsala (Trapani) invece è stata rinvenuta una porzione di statua in marmo bianco a grana fine di provenienza quasi certamente lunense. I Romani chiamavano questo litotipo “Marmor lunense” perché il più importante centro di estrazione e imbarco del materiale era la città  di Luni. Nelle epoche successive, il principale centro connesso con l'estrazione e la lavorazione di questo marmo è divenuta invece la città  di Carrara. Nella statua è presente la parte alta del busto femminile con il seno, l’attaccatura del collo e delle braccia parzialmente conservati. Potrebbe essere una rappresentazione di Afrodite Pudica e risalire al secondo secolo dopo Cristo. Entrambi i reperti sono stati recuperati grazie alla segnalazione di due subacquei amatoriali, rispettivamente Gianpaolo Mirabile e Francesco Giardina.
Studi approfonditi dovranno essere svolti nei prossimi giorni, e potranno darci notizie più precise. Quindi rimaniamo in attesa di sapere di più. Mai come in questo caso bisogna ammettere che chi cerca, alla fine trova.

giovedì 27 febbraio 2014

Assefa: Al teatro Parvum proiezione viaggio India


Aspal e Costruire Insieme: sciopero e presidio sotto Palazzo Rosso


Alessandria | In seguito all’adesione allo sciopero proclamato per il 28 febbraio da Cgil, Cisl e Uil l'Azienda Costruire Insieme comunica la chiusura della scuola dell'infanzia comunale Bovio e la sospensione del servizio extra-scuola. I lavoratori di Aspal e Costruire Insieme si riuniranno in presidio dalle 9,30 sotto il Comune

Truffe, adesso è allarme


Alessandria | 25/02/2014 — Due mondi contrapposti. Quello di Giovanni Meazzo, 85 anni, alessandrino purosangue, nato per correre in bici con particolare predisposizione per la salite e le corse dure: una vita fatta di onestà, passione, coraggio e gentilezza. E quello dei balordi, che nelle scorse ... Il Piccolo || Articolo

Di corsa con la padella È la “Gara dei pancake”


Alessandria è stata scelta da McDonald’s per la prima edizione italiana
VALENTINA FREZZATO ALESSANDRIA
Non tutti potranno essere eleganti come Kate Middleton (regale pure con una padella in mano mentre cercava di non far cadere la sua frittella), ma si può provare ad avvicinarsi allo stile. Alessandria è stata scelta da McDonald’s per la prima edizione italiana della «Gara dei pancake», tradizione anglosassone del ... La Stampa - Di corsa con la padella È la “Gara dei pancake”

Come avere La Stampa ad un euro


Carta Quotidiana sbarca in provincia
Un nuovo servizio con «card» per ritirare il giornale in tutte le edicole che aderiscono in Piemonte, Liguria e Val d’Aosta.
Dopo quella di ieri sera all’Hotel Buoi Rossi, ad Alessandria, stasera si replica a Tortona (alle 20, nella sede della Confesercenti in zona artigiana) la presentazione agli edicolanti di Carta Quotidiana, il nuovo servizio di abbonamento in edicola messo a punto dal distributore Todis con La Stampa, a cui hanno già aderito un migliario di rivenditori in ... La Stampa - Come avere La Stampa ad un euro Carta Quotidiana sbarca in provincia

La difesa: "nessuna sostanza cancerogena"


Processo polo chimico | “Nessuna delle sostanze contenute nelle acque ad uso potabile distribuite da Solvay è cancerogena”. E' quanto ha sostenuto il consulente della difesa Solvay all'udienza del processo contro otto ex dirigenti e amministratori del Polo chimico. Il Pm ribatte sugli investimenti che l'azienda sostiene di aver fatto: "solo una minima parte è servita a cercare le perdite"

Quel sorriso portato a casa dal Bangladesh…


Alessandria | L’équipe alessandrina del progetto “Sorriso nel mondo onlus” è tornata da qualche giorno ad Alessandria, dopo 2 settimane trascorse a Mymensingh, nel nord del Bangladesh, per operare e guarire bambini con gravi malformazioni. Abbiamo incontrato Monica Libener, infermiera pediatrica dell’Infantile, che ci regala la sua esperienza

IL M5S ALESSANDRINO METTE A DISPOSIZIONE LE NOMINE DEI SUOI SCRUTATORI


Alessandria: Il mese scorso la Commissione Elettorale Comunale ha bocciato la proposta del M5S di dare priorità, nella nomina degli scrutatori, ai disoccupati iscritti contemporaneamente alle liste dell’Ufficio Elettorale e a quelle dell’Ufficio di Collocamento.
La conseguenza di questa presa di posizione sarà che le forze politiche presenti in Consiglio Comunale continueranno a spartirsi le nomine degli scrutatori.
Un’occasione come questa, seppur di breve durata e poco remunerativa, avrebbe rappresentato un segnale di attenzione nei confronti dei cittadini che, giorno dopo giorno, allungano gli elenchi dell’Ufficio di Collocamento, in una città in cui trovare un’occupazione è diventata una missione impossibile.
I partiti tradizionali, invece, non hanno colto questa utile opportunità di dare un aiuto, piccolo ma concreto, ai tanti alessandrini in difficoltà; confermando con questa scelta di non voler rinunciare ad un privilegio che consente loro di distribuire le nomine in cambio di consensi elettorali, con una spesa a totale carico dello Stato. Sì, ricordiamolo, è lo Stato, infatti, e non il Comune a pagare gli scrutatori. 
La possibilità di diventare scrutatore così ottenuta, riteniamo sia errata e discriminante, perché, ad essere

In Biblioteca l’incontro fra studenti e Associazioni di Volontariato


Alessandria: Si è svolto questa mattina, nella Biblioteca Civica “Francesca Calvo”, l’incontro “Progetto volontariato – Progetto di vita”, secondo passaggio nel percorso avviato lo scorso 6 febbraio fra Assessorato alla Coesione Sociale e alla Partecipazione, IIS “Saluzzo Plana” e Associazioni della Consulta per il Volontariato.
Nella prima riunione, in Sala Consiglio, era stato presentato alle Associazioni il progetto che, proposto dal professor Michele Maranzana, prevede l’impiego degli alunni di alcune classi in attività di volontariato da svolgere presso le Associazioni che compongono la Consulta.
“La risposta è stata ampia, a testimonianza di forti interesse e disponibilità - commenta l’assessore Mauro Cattaneo -. Sono, infatti, circa 25 le Associazioni che sono qui, oggi, a presentarsi agli studenti e a rispondere alle loro domande”.
L’organizzazione della giornata ha visto le classi spostarsi a rotazione per incontrare una parte delle Associazioni componenti il Gruppo Sport e Tempo Libero nella Sala Bobbio, quelle del Gruppo Cultura e Impegno Civile nella Sala Rossa, il Gruppo Ambiente e Protezione Civile nella Sala Verde e quello Socio-Assistenziale e Sanità nelle Sale Storiche.
Toccherà, ora, ai 100 ragazzi delle 5 classi del Liceo Scienze Umane e del Liceo Economico Sociale coinvolti compilare delle schede in cui manifesteranno i propri interessi per i diversi progetti. 
La fase successiva prevederà un momento formativo unico, coordinato dall’Assessorato alla Coesione Sociale e alla Partecipazione, e, poi, le singole Associazioni organizzeranno propri percorsi formativi.
“Ogni quadrimestre ci occuperemo di certificare le esperienze acquisite - commenta il professor Maranzana - e riconoscere i crediti formativi. L’obiettivo di questa iniziativa è, infatti, oltre che sensibilizzare i ragazzi dal punto di vista etico, ottenere un ritorno sul piano formativo”.
“Questo progetto - continua -, unitamente a quello dell’alternanza scuola/lavoro, rappresenta la risposta concreta all’appello fatto dall’ex ministro dell’Istruzione Maria Chiara Carrozza per un maggior coinvolgimento degli studenti nel mondo del volontariato e del lavoro. Nell’ottica del ‘fare rete’ abbiamo costruito un ‘triangolo virtuoso’ con Amministrazione comunale e Associazioni che ci ha consentito di definire un’esperienza che, per l’Istituto Saluzzo, diverrà permanente”.
“Siamo alla fase sperimentale, alle fase 0 – conclude l’assessore Cattaneo –. I ritorni, da parte dei ragazzi, sulle esperienze vissute ci consentiranno di formulare una prima valutazione. L’idea è, in ogni caso, di strutturare la proposta ed estenderla, il prossimo anno, anche alle altre Scuole”.

Chiamiamolo circo senza animali solo se gli animali non ci sono.


Gentilissimi, qualche giorno fa ho trovato sul vetro della mia auto parcheggiata due biglietti sconto per partecipare allo spettacolo del Magico Circo Nando Orfei presso il Circo Teatro Apollo attendato a Tortona.
Ammiro l’arte circense, intendo quella di giocolieri, trapezisti, clown, comici, mimi, contorsionisti, musici e tutti gli artisti che nel circo lavorano e danno prova di professionalità e passione. Al contrario, ripudio ogni forma di spettacolo, quindi anche quello circense, che sfrutti gli animali, di qualsiasi specie essi siano.
Poiché sul biglietto veniva promosso anche il gran galà di beneficenza per l’Unità Senologica Franca Cassola Pasquali, mi sono interessata per partecipare alla serata proprio perché, da donna, sono particolarmente sensibile al problema. Ho telefonato al numero indicato sul biglietto, chiedendo se lo spettacolo prevedesse numeri con animali. Mi è stato risposto che non ci saranno numeri di animali ma solo di cani. La risposta si commenta da sola e comunque ha spento in me la volontà di partecipare.
Apprezzo la scelta del Circo Nando Orfei di avere escluso dallo spettacolo animali esotici come siamo abituati a vedere in certi circhi in cui quelle povere creature vivono in schiavitù tutta la vita per il nostro “divertimento”: questo è certamente un incoraggiante passo avanti ma ciò che trovo scorretto è pubblicizzare un circo come se fosse senza animali quando

La religiosa. Proiezione del film di G. Nicloux (Francia, 2013)


Martedì 4 Marzo Ore 21.30 Cinema teatro Macallè Via Marsala 1/A - Castelceriolo (AL)
Promotori
Comune di Alessandria Assessorato Politiche di Genere, Consulta Pari Opportunità,
Associazione Circolo del Cinema Adelio Ferrero, Associazione Me.dea onlus
La religiosa (La religieuse) è un film di genere drammatico della durata di 100 min. diretto da Guillaume Nicloux e interpretato, tra gli altri, da Isabelle Huppert. Il film è pure noto con il titolo internazionale The Nun. Prodotto nel 2013 in Francia, Germania e Belgio, si ispira liberamente alla testo di Denise Diderot: “La monaca”, del quale, comunque, non sposa le conclusioni finali.
La proiezione si inserisce nel ciclo delle attività programmate per l’anno in corso dal Circolo del Cinema Adelio Ferrero di Alessandria.  Introduce la serata una rappresentante dell’Associazione me.dea onlus di Alessandria.
La trama 
Francia, 1768. La sedicenne Suzanne, nonostante la sua passione e inclinazione per la musica,  viene costretta dalla sua famiglia a prendere i voti. Insofferente alle regole della clausura, Suzanne scopre di essere figlia illegittima e di dover scontare la colpa materna. Trova inizialmente una Madre Superiora anziana e comprensiva ma quando costei muore chi la sostituisce la sottopone a una serie di angherie difficilmente sopportabili. Fra le mura del convento la protagonista deve confrontarsi con l’arbitrarietà delle gerarchie ecclesiastiche: madri superiore a volte benevole, a volte crudeli o

Delegazione FAI - Presentazione libro di Giovanni Cerino Badone.

Alessandria: La Delegazione FAI con grande piacere invita: il 5 Marzo ore 18.00 in Cittadella per la presentazione del libro sullaFortezza di Giovanni Cerino Badone.
Un libro che va a completare con elementi inediti la storia della Fortezza e al tempo stesso la storia di Alessandria. Un libro di cui la Città ha bisogno per tornare a credere in se stessa.
Grazie per l'aiuto che sempre abbiamo per sostenere le nostre iniziative.
Ileana Gatti Spriano
Capo Delegazione FAI Alessandria

Marzo donna 2014


Santa Messa celebrata da S. E. Monsignor  Guido Gallese, Vescovo della Diocesi di Alessandria Sabato 1 Marzo  Ore 18.00 Cattedrale di Alessandria
Promotori
Comune di Alessandria  Assessorato Politiche di Genere
Consulta Pari Opportunità
C.I.F.
C.R.I. Sezione Femminile di Alessandria

PSI: NO alle discariche Molinetto e lulara


Alessandria: Facendo seguito al comunicato stampa delle settimane scorse, dove abbiamo portato a conoscenza dell’opinione pubblica l’intenzione da parte di qualcuno di realizzare discariche nella zona di Spinetta (Molinetto) e del Cristo (Aulara)  guarda caso proprio in prossimità di aree  con presenza di bacini idrici di alta qualità, ci sentiamo in dovere, come partito Socialista a livello provinciale, e non solo più cittadino, di ribadire che tali scelte mettono a serio rischio gli interessi della collettività. Sulla scorta di recenti esperienze di altre comunità anche a noi vicine si può affermare che la realizzazione delle discariche in quelle zone ha una elevata probabilità di inquinare le falde acquifere, mettendo a serio rischio la salute dei cittadini non solo delle aree circostanti ma anche a distanza a causa dello scorrimento del percolato attraverso le vie d'acqua. A ragion veduta riteniamo nostro dovere invitare gli attuali amministratori e consiglieri comunali a non rimanere del tutto indifferenti a questa operazione passibile in futuro di denuncia per omicidio colposo per i danni che ne deriverebbero e a vigilare per il bene di una comunità.
Auspichiamo che i tecnici dell’Amag e degli altri enti di controllo  nell'esprimere  giudizi e valutazioni provvedano ad esperire tutte le verifiche, gli accertamenti doverosi e opportuni, ma, soprattutto,  facciano propri i drammatici esiti di altre realtà dove il posizionamento delle discariche vicino a sorgenti- falde acquifere sta generando inquinamenti di vasta area. Questo messaggio vuole risvegliare il senso di responsabilità in tutti coloro che direttamente o indirettamente entrano in questa vicenda a favore degli abitanti del sobborgo di Spinetta Marengo e di tutti gli alessandrini.
Confermiamo la nostra contrarietà a che ancora una volta i nostri territori possano essere oggetto di speculazioni e interessi privati subdoli a spese come sempre della collettività. Saremo attenti controllori del processo a affinché nulla possa riflettersi negativamente sulla qualità della vita dei nostri cittadini.  Certo non ci opponiamo alla costituzione di discariche; ma pretendiamo scelte appropriate al contesto del territorio.
FEDERAZIONE PROVINCIALE DEL PSI
Il segretario provinciale del PSI
Enrica Cattaneo

Balduzzi: più governo e meno amministrazione per “rivitalizzare” le Regioni


Le regioni sono dei mondi vitali? E’ questo l’interrogativo posto al centro del confronto che si è svolto ieri, mercoledì 26 febbraio, nella sala della Regina di Palazzo Montecitorio per iniziativa dell’associazione di cultura politica “Mondi vitali”. E’ il quarto appuntamento di una serie di approfondimenti che, come ha spiegato il presidente dell’associazione, on. Renato Balduzzi, “mettono insieme le domande della società civile con la riflessione della scienza giuridica e l’esperienza delle istituzioni, anche per offrire un contributo qualificato al cammino di riforma del Senato e del Titolo V della Costituzione”. “E’ vero – ha affermato Balduzzi – che nella loro genesi il disegno del costituente chiedeva alle Regioni un salto di qualità nella capacità di governo del territorio. Non è avvenuto – spesso le Regioni hanno invece replicato i cattivi comportamenti del sistema centrale – e questo ha generato disillusione nell’opinione pubblica e anche negli stessi promotori della riforma del 2001″. E’ in questo nodo, secondo il presidente dell’associazione “Mondi vitali”, che si gioca oggi la riflessione “sull’essere e dover essere” delle Regioni: “la missione affidata dal costituente di essere enti di governo del territorio, di governo piuttosto che di amministrazione”. “Senza una adeguata consapevolezza di questa missione e di questo dover essere dell’ente Regione – ha concluso Balduzzi – sarà difficile intervenire sul Titolo V della Costituzione, salvo che per tenere conto della giurisprudenza costituzionale.”
Per maggiori dettagli sull’iniziativa: http://www.associazionemondivitali.it/.
Ufficio stampa dell'on. Renato Balduzzi

Decreto Enti locali: Balduzzi, stop è sconfitta per tutti


(ASCA) – Roma, 26 feb 2014 – ”L’incredibile vicenda del decreto-legge enti territoriali, impropriamente chiamato salva-Roma, lasciato decadere per due volte, e’ e deve essere l’occasione per un esame di coscienza da parte di tutti: Governo, maggioranza e opposizioni. Nessuno, che sia responsabile, puo’ cantar vittoria, e’ la sconfitta di tutti, compreso lo stesso sistema dell’informazione che non ha certo aiutato a cogliere i termini della questione chiamando salva-Roma un decreto che soltanto marginalmente si occupava di Roma e che invece dava risposte, talvolta discutibili, a diversi territori non lasciandoli soli, ma chiamando le periferie a essere responsabili”. Cosi’, Renato Balduzzi, presidente della Commissione parlamentare per le questioni regionali. ”I Governi – prosegue Balduzzi – devono ispirarsi a sobrieta’ nell’adozione dei decreti-legge, che devono smettere di essere usati come strumento di legislazione ordinaria. La maggioranza deve astenersi dall’utilizzare il decreto-legge come un treno cui attaccare i vagoncini piu’ vari, nella logica devastante dell’ultima spiaggia. Le opposizioni, dal canto loro, dovrebbero chiedersi se risponde davvero all’interesse generale (e dunque anche al loro) quello che chiamerei il ‘metodo della sineddoche’, cioe’ di cercare di far cadere il tutto per contrarieta’ a una parte, magari piccola, del tutto”. ”Dalla vicenda del decreto enti territoriali – conclude Balduzzi – si ricava una lezione che spero utile: tecnica legislativa e politica non possono viaggiare su binari paralleli, ma devono incontrarsi, pena la sconfitta di tutti e di ciascuno. La Camera dei deputati nel 1997 istitui’ il Comitato per la legislazione, idea formidabile per tenere insieme qualita’ della legge e qualita’ della politica. Idea che va ripresa e rafforzata” 
Ufficio stampa dell'on. Renato Balduzzi

Zelig a Fresona (AL) - 5@ serata - Paci e Bottesini - DIRETTA sul PALCO ore 21.30


Si narra che Leonardo da Vinci impiegò trent'anni per dipingere la Gioconda... ma cosa disse al termine?
OVVIAMENTE SI RIDE
OVVIAMENTE SI PRENOTA
OVVIAMENTE A GERRY MELUCCI 329 127 9227
ore 21.30 - 10 euro
É la 5@ serata e la penultima
questa rassegna è bella perchè è nuova e diversa
E perchè ce la stiamo mettendo tutta affinchè tutti si divertano.
E la Cultura muova nuove energie e sia sempre presente nella vita di ogni essere umano.
Come bisogno primario.

mercoledì 26 febbraio 2014

Cinema Teatro Macallè - Alessandria, Castelceriolo


"Macallè Reloaded, rilanciare, stimolare, rigenerare la voglia di fare ed avere cultura" Sabato 01 Marzo 2014 con MANDOLIN' BROTHERS & Jono Manson / Cinema Teatro Macallè - Alessandria, Castelceriolo PRENOTA IL TUO POSTO ! INFO 0131 585001 - 334 9488905 - 348 604 78 39 - 389 422 6172

8 marzo e dintorni Un appello ai ristoratori


Alessandria: L’Associazione di Promozione Sociale me.dea Onlus di contrasto alla violenza contro le donne ha deciso di scendere in campo in occasione dell’8 marzo, Giornata internazionale della donna, per farsi portavoce dell’universo femminile con cui entra in contatto ogni giorno nello svolgimento della propria azione di lotta alla violenza di genere. 
Me.dea Onlus, che nel 2009 ha inaugurato ad Alessandria il Centro Antiviolenza diventato riferimento territoriale collegato al numero nazionale antiviolenza donna 1522, offre uno spazio gratuito alle donne che hanno subito forme di violenza fisica, psicologica, sessuale, economica o stalking. Ad esse viene garantita assoluta riservatezza e anonimato e offerto un sostegno per uscire dalla sofferenza, dalla paura, dalla solitudine, dalla vergogna e per recuperare consapevolezza, autonomia e stima di sé. Fino ad oggi circa 600 donne si sono rivolte al Centro; i numeri sono in crescita, sono state 155 le richieste di aiuto giunte solo lo scorso anno.
Purtroppo a causa del mancato rifinanziamento del Piano Regionale di contrasto alla violenza e della mancata messa in atto del DPGR n. 17/R del 16/11/2009, me.dea Onlus non gode più di alcun trasferimento di fondi pubblici, di conseguenza le risorse non sono sufficienti per garantire l’apertura del Centro e le attività ad esso correlate.
Esso, oggi, vive grazie al supporto di qualche privato e all’attività interna di fundraising, azioni che, da sole, non sono in grado di garantire la continuità della risposta. 
La proposta che rivolgiamo a tutti i ristoratori della provincia di Alessandria è quella di devolvere nella giornata dedicata alle donne, sabato 8 marzo, una cifra simbolica (la nostra richiesta è 1 euro a coperto) alla nostra associazione. 
L’iniziativa sarà da noi pubblicizzata e i locali che aderiranno inseriti in un apposito spazio sul nostro sito e sui nostri canali Facebook (Fan page e Gruppo) che contano ormai quasi 900 contatti.
Per chi avesse piacere abbiamo anche predisposto una locandina che può essere personalizzata per promuovere l’iniziativa.
Per aderire potete scriverci a me.deacontroviolenza@gmail.com
Il nostro motto è #SOLIDARIETA’nonsidiceSIFA.
Nelle prossime settimane me.dea Onlus parteciperà a molte iniziative che sono state messe in campo da istituzioni e associazioni del territorio in occasione della Giornata internazionale della donna. Per maggiori informazioni potete consultare il sito www.medeacontroviolenza.it o la pagina Facebook me.dea Onlus contro la violenza sulle donne.
Sabato 8 marzo saremo anche presenti con un banchetto informativo nel centro di Alessandria (Corso Roma).

GLI INCARICHI DI COMUNICAZIONE DEL P.I.S.U.: POCA CHIAREZZA E STRANE COINCIDENZE!


Alessandria: Nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale è stata discussa l'interpellanza presentata dal nostro Consigliere Andrea Cammalleri per chiedere di fare chiarezza sulla procedura di affidamento degli incarichi relativi al piano di comunicazione del P.I.S.U. (Piano Integrato di Sviluppo Urbano). Di questi incarichi non è stata data informazione ai professionisti alessandrini che avrebbero potuto presentare progetti ugualmente validi alternativi e più convenienti per le casse del Comune. Senza contare l’importanza di valorizzare e rilanciare risorse e attività economiche del nostro territorio.
Durante il suo intervento, Cammalleri ha denunciato, di fronte ai giornalisti basiti, due imbarazzanti “coincidenze” scoperte esaminando i documenti poco prima del Consiglio.
In data 11 novembre 2013, una Determinazione Dirigenziale del Comune di Alessandria, affidava un incarico professionale alla società Luisa S.r.l. di Parma, impegnando una spesa complessiva di € 10.248,00 per la realizzazione di immagini tridimensionali dei progetti del P.I.S.U. (servizio normalmente disponibile sul territorio locale).
A firmare per la società Luisa S.r.l. di Parma è stato l’Architetto Maria Pilar Vettori, proprietaria della Luisa s.r.l., ma non solo! Moglie di Stefano Tanzi, figlio di Callisto, la Vettori, nell’aprile 2008 ha patteggiato un anno e undici mesi di reclusione con la sospensione condizionale della pena, per concorso in riciclaggio. Maria Pilar Vettori era stata infatti

Ludopatia, Balduzzi: trovare subito risorse per effettivo ingresso nei Lea


L'ex ministro della Salute al VELINO: stralciare partita dal Patto per la Salute. Bene inserimento in ddl ora alla Camera 
(ilVelino/AGV NEWS) Roma, 25 FEB - Per rendere effettivo l'ingresso della ludopatia nei Lea (Livelli essenziali di assistenza) occorre spostare la sede: non piu' il Patto per la Salute ma altri provvedimenti, magari il ddl sul gioco patologico al momento in discussione alla Camera in commissione Affari sociali. A dirlo al VELINO e' il deputato di Scelta Civica Renato Balduzzi, ministro della Salute durante il governo Monti e autore della legge 189 del 2012 che all'articolo 5 prevede l'inserimento della ludopatia e di 130 malattie rare nei Lea. Una novita' che pero' finora non ha avuto seguito per mancanza di copertura economica. "Quando io ho lasciato il ministero - ricorda - eravamo li' li' per chiudere su come finanziare lo sbarco nei Lea della ludopatia e dell'intero
pacchetto di malattie cosi' come previsto dall'articolo 5. Il confronto con la Ragioneria generale dello Stato e con il ministero dell'Economia e delle Finanze era andato avanti anche se avevano dato valutazioni diverse rispetto al dicastero della Salute. Avevamo fornito una nostra valutazione sul fatto che

Solvay annuncia in pompa magna un secondo “piano di bonifica” ma non di bonifica definitiva si tratta, al più di messa in sicurezza temporanea.


Alessandria: Cerchiamo innanzitutto di chiarirci sui termini. Dicesi “bonifica” l’eliminazione completa e definitiva di inquinanti da terreni e acque. Dicesi “messa in sicurezza” un intervento di efficacia parziale e temporanea per evitare ulteriori o peggiori inquinamenti. Quando scoppia un’emergenza ambientale si procede con urgenza ad una “messa in sicurezza”, al più propedeutica a una vera e propria bonifica, che è sempre più complessa e soprattutto costosa. Solvay ha annunciato un progetto per il disinquinamento della falda acquifera della Fraschetta (almeno 21 veleni tossici e cancerogeni) definendolo “bonifica”. È la seconda volta che Solvay annuncia un piano di bonifica. Il primo, a braccetto con Lorenzo Repetto, presidente dell’AMAG, sarebbe consistito nel prelievo e lavaggio delle acque: come raccogliere un lago con un cucchiaio. Il progetto fu subito ridicolizzato da noi e con qualche sospetto ritardo da tutto il mondo. Noi in alternativa abbiamo sempre sostenuto che l’unica vera bonifica si fa solo se si estraggono dai terreni i veleni che altrimenti colano in falda per l’eternità, e sottolineando che senza bonifica lo stabilimento (attualmente in vendita) è

Marco Milone, attore poeta e scrittore


by Pier Carlo Lava
Marco Milone Attore, poeta e scrittore. Le sue poesie sono state parzialmente tradotte in
esperanto, francese e spagnolo, e il suo libro Fumetti è stato finalista al premio Franco Fossati nel 2006. Nel 2009 e nel 2010 ha partecipato alla Yingde Cup (torneo di shogi) a Shangai in rappresentanza dell'Italia, e nel 2011 ha vinto una medaglia al George Hodges Memorial. Collabora con Oltreverso, scrivendo articoli di parapsicologia e numerologia, e nel 2013 ha ricevuto un Diploma Honoris Causa di Naturopatia. Attualmente sta svolgendo ricerche sulle origini del gioco del go, e cura i siti Cinemasperimentale.it, Variantiscacchistiche.com e Shintoismo.com. Lo abbiamo intervistato, queste le sue risposte alle nostre domande:
Ciao Marco e benvenuto nel blog, ci racconti chi sei, dove vivi e che cosa fai nella vita, oltre a scrivere?
Sono una persona curiosa e intuitiva con un forte interesse verso la cultura giapponese, le forme di sperimentazione visiva e i giochi da tavoliere.
Oltre a scrivere, semplicemente seguo il percorso che mi giunge innanzi, fiducioso che mi condurrà verso un'evoluzione. Potrei dirti che cosa faccio oggi, e ciò risultare falso in relazione alla persona che sarò tra pochi mesi in quanto non mi definirebbe più. 
Tu sei nato a Palermo, ci racconti qualcosa della tua città?
Amo la mia città. Non puoi uscire di casa. Trovi ovunque sterco di cavallo e bottiglie rotte,  gli autobus non funzionano, la metropolitana un’utopia, la natura un ricordo. Resti 
attonito e consumi  le giornate, davanti a un bicchiere di vino
Ma è la mia città
Cos’è per te un Poeta e c’è qualche poeta che ti ha ispirato?
Il poeta, come tutti gli artisti, è qualcuno capace di attingere dal mondo superiore, capace di ricondurre sentimenti universali attraverso un codice. La modulazione delle emozioni ti permette di affondare dentro di esse, di comprenderle meglio e possibilmente di trasformarle; dunque, il lavoro del poeta, dell'artista e del musicista che segue i propri bisogni interiori non è tanto dissimile da quello dell'alchimista.
Apprezzo molto Pasolini: nella sua tensione verso il dubbio lo percepisco come costantemente lacerato dalle parole che scrive.
Come è nata la tua passione per la poesia e cosa provi quando scrivi?
Semplicemente tutto è nato come bisogno di spezzare una barriera di incomunicabilità. Cresciamo tutti con delle sovrastrutture da spezzare, e queste sovrastrutture spesso portano all'incomunicabilità sociale, limite che personalmente ho cercato di spezzare attraverso la libertà della parola come a liberare tutto il significato represso che aspetta di fuoriuscire inplacabile.
Che cosa ti ha insegnato la scrittura?
Scrivere è un po' come essere un artigiano: le parole sono limitate, quel che conta è il lavoro di limatura. E' un lento processo di semplificazione che non differisce molto da quello che

Anna Alagi: Rilanciare il turismo con iniziative concrete


Alessandria, intervista a Anna Alagi, Sales Manager dell’Hotel Alli due Buoi Rossi e scrittrice:
Chi è uno scrittore e come nata in te la passione di scrivere?
Hai scritto "Ricette di famiglia", c’e ne vuoi parlare?
Come vedi il presente e il futuro della cultura?
Sei nata a Cosenza ma vivi ad Alessandria dal 1998, ci puoi dire la tua opinione sulla situazione della città?
Ti occupi di marketing & comunicazione e sei Sales Manager dell'Hotel “Alli due Buoi Rossi” di Alessandria, un esperienza interessante e un incarico importante c’e ne puoi parlare?
Quali sono le specifiche strategie di marketing & comunicazione che hai adottato per l’Hotel Alli due Buoi Rossi? 
Dal tuo punto di vista, come vedi la situazione e le prospettive per quanto riguarda  il settore hotel e ristorazione in Alessandria?
Quali iniziative quindi, compatibilmente con la situazione finanziaria, l’Amministrazione Comunale dovrebbe adottare per incentivare il turismo in Alessandria?

poesia liquida

il divano non c'è più

Maria Cristina Petrucci 20 Febbraio 2014 Puntata 13

HOME THEATRE STREGATTI "LISISTRATA"

Vedere o Immaginare

La colomba di Platone cuore allegro l'uccel t'aiuta!

Le cose da NON fare in un film di Natale (2° puntata)

INCUNAMBULUS EST

martedì 25 febbraio 2014

Tutta gente che non ha paura della giustizia. Né quella di dio al quale fa finta di credere. Né quella degli uomini che fa finta di rispettare.


Alessandria: Questa considerazione la trasmettiamo a quei pochi che riusciamo a raggiungere. A quelle 12.500 persone che raggiungiamo tramite queste pagine, i blog, la mailinglist, facebook, google+, twitter. A moltissimi, soprattutto alle vittime, ammalati e parenti dei defunti, appare eccessiva la tolleranza della Presidente della Corte di Assise di Alessandria nei confronti della difesa Solvay. Non basta in aula lo sfoggio, l’ostentazione di ricchezza, di onnipotenza, di prosopopea, di mezzi tecnologici, di avvocatoni, consulentoni, portaborsoni, tirapiedoni. Si aggiunge lo stravolgimento del dibattimento processuale che si protrae con interminabili monologhi di consulenti che consulenti non sono, ma avvocati aggiunti, che leggono vere e proprie arringhe preparate dagli avvocati. Prendiamo l’arringa di Patrizia Trefiletti. Trefiletti è presentata come consulente, tecnico, scientifico. Invece approfitta di questa veste di consulente, che non è sottoposta a giuramento, per scagliarsi a colpi di “sentito dire” in un tentativo di demolizione contro Francesco Ammirata che invece, lui sì, aveva deposto come teste, cioè aveva giurato di dire la verità. Ammirata aveva indagato e dimostrato che Solvay aveva occultato e manipolato i dati ambientali compromettenti. Invece Ammirata avrebbe mentito, secondo l’avvocata Trefiletti. Ammirata, maresciallo dei Carabinieri del NOE!! Eppoi una vigliaccata attaccare uno che non può replicare: Solvay aveva avuto la possibilità di controinterrogare il teste Ammirata. Una vigliaccata già utilizzata nei confronti di Giuseppina Pavese.
Non sapremo mai quanto e a quale titolo è la parcella di Trefiletti. Né sapremo quella di Vincenzo Francani, che ci avvicina per questo dialogo. Avete mica bisogno di un consulente come Medicina democratica? Guardi che i consulenti di Medicina democratica lavorano gratis. Non è poi che Solvay paghi così tanto. Perché, ha bisogno di soldi? Non le basta la sontuosa pensione? E’ ancora qui a 75 anni per guadagnare la pagnotta in questo modo? Non farebbe meglio a dedicarsi a fare del bene, nel volontariato c’è tanto posto. Al limite, a fare il consulente gratis per quelli che sono ammalati e morti di tumore grazie ai suoi clienti.
Questo dialogo di sputtanamento è avvenuto quasi in privato. Mentre quello di Fabio Colombo è stato

Ah...l'America


Pier Luigi Cavalchini Città Futura on-line
Forse pochi lo sanno, infatti si tratta di un’informazione proveniente dal mitico “Washington Post”, sì…proprio quello dell’ “affare Watergate” e del conseguente impeachment di Richard Nixon,  ma si stanno muovendo i “grandi della Terra” in vista di quelli che saranno i temi portanti delle prossime tornate elettorali americane (e, quindi, dando tempo al tempo, di tutto il pianeta). Il casus belli viene offerto da un recente (12 febbraio scorso) incontro di tutti i maggiorenti democratici interessati alla prossima campagna elettorale presidenziale che si prefigura come cruciale per il futuro americano e, anche qui in prospettiva, per tutti quanti noi.
 Guest star di una serata, una delle tante, di contatto fra mondo del lavoro, dello spettacolo e della finanza americana  con i nuovi aspiranti governatori e presidenti è stato l’immarcescibile Al Gore, già buon secondo del presidente Bill Clinton, da sempre interessato a questioni di “green economy” e “wealth safety”. I suoi dieci e passa libri su risparmio energetico, nuove forme di  locomozione, trattamento corretto dei rifiuti, coinvolgimento dei giovani  sulle tematiche difficili dell’ambiente e della responsabilità personale, gli hanno garantito un ruolo di prim’ordine nella promozione di tutta una serie di appuntamenti più o meno seguiti dai media.
Nel caso specifico, in una sola serata, il Democratic Senatorial Campaign Committee è riuscito  a raccogliere più di 400.000 dollari che serviranno – secondo quanto confermato dallo stesso Gore – per rendere  centrale l’attenzione al “Riscaldamento globale del pianeta” nelle prossime elezioni di “medio termine”. E questo sarà solo il primo passo che